Sterilità maschile dovuta ad un fattore testicolare

Da (embriologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 06/10/2020

La sterilità maschile è definita come l'incapacità dello sperma maschile di fecondare un ovulo e portare ad una gravidanza. Ci sono diversi fattori che possono portare un uomo a soffrire di questa patologia, tra cui la causa testicolare.

La sterilità dovuta al fattore testicolare si riferisce a tutti quei fattori che possono influenzare direttamente i testicoli e prevenire una gravidanza naturale.

La sterilità del fattore testicolare maschile può essere congenita, se presente dalla nascita, o può essere causata in seguito da agenti esterni.

Alterazioni uterine

La formazione dello sperma, chiamata anche spermatogenesi, è un processo complesso che avviene nei testicoli di un uomo. Pertanto, qualsiasi alterazione di questi fa sì che la produzione di spermatozoi non funzioni correttamente e si ottengono spermatozoi con alterazioni della loro concentrazione, della motilità, della morfologia o altri difetti.

Se la causa di questa insufficienza testicolare è congenita, di solito è dovuta ad alterazioni cromosomiche o mutazioni genetiche. Le malattie genetiche, tra cui l'infertilità, sono spesso ereditate dai genitori ai figli.

Tuttavia, ci sono anche casi di sterilità genetica acquisita perché i problemi sorgono al momento della fecondazione, a causa della cattiva allocazione dei cromosomi o di un errato riordinamento della loro struttura. La conseguenza di ciò è la formazione di un embrione compatibile con la vita ma con patologie che possono essere più o meno gravi.

In seguito, ci concentreremo sulle alterazioni genetiche legate alla sterilità maschile:

Microdelezioni del cromosoma Y

Il cromosoma Y si trova solo nel maschio ed è più piccolo degli altri cromosomi. Quando un embrione riceve il cromosoma Y dal padre, al posto del cromosoma X, si stabilisce il sesso e nasce un futuro maschio.

Il cromosoma Y, quindi, contiene i geni responsabili della formazione dei testicoli nella regione cromosomica chiamata AZF. Se c'è qualche alterazione in questa zona o mancano alcuni geni importanti, l'uomo soffrirà di un grave fattore maschile che potrebbe essere qualsiasi cosa, dall'oligozoospermia all'azoospermia secretoria totale.

Inoltre, se un bambino viene ottenuto attraverso la riproduzione assistita, si può considerare che anche il futuro maschio erediterebbe questa alterazione e soffrirebbe di sterilità maschile in futuro.

Sindrome da Klinefelter

Questa malattia è dovuta a un errore nel numero di cromosomi sessuali. Invece di nascere con una coppia XX o XY, il bambino ha 3 cromosomi sessuali XXY.

Il risultato di questa alterazione cromosomica prodotta durante la fecondazione è la nascita di un maschio con un deficit di produzione di testosterone. Come conseguenza di questa patologia, il bambino avrà problemi nello sviluppo del suo sistema riproduttivo e delle caratteristiche secondarie nella pubertà, oltre a soffrire di sterilità dovuta all'azoospermia.

Il trattamento di questa sindrome consiste nella somministrazione di testosterone per sviluppare la muscolatura e altre caratteristiche maschili. Tuttavia, il testosterone non aiuta a ripristinare la fertilità.

Sindrome di Noonan

Questa malattia genetica è una mutazione del cromosoma 12 che di solito viene ereditata dalla madre, anche se è possibile che appaia de novo.

I bambini nati con questa sindrome soffrono di uno sviluppo anomalo in molte parti del corpo, come il viso e lo scheletro, e possono avere malattie cardiache quando raggiungono la pubertà. Alcune delle caratteristiche fisiche più evidenti degli individui con diagnosi di sindrome di Noonan sono il volto triangolare, gli occhi strombazzati, il collo largo, le orecchie basse, ecc.

In termini di fertilità, i bambini con la sindrome di Noonan possono nascere con difetti del pene o criptorchidismo, cioè i testicoli non scendono.

Patologie testicolari

Ci sono altri difetti nei testicoli che non sono legati ad alterazioni genetiche. Infatti, alcune di queste patologie testicolari vengono diagnosticate alla nascita o, al contrario, compaiono più tardi in età adulta.

I tipi di patologie più frequenti nei testicoli che causano la sterilità sono i seguenti:

Criptorchidismo

Un difetto congenito è definito come la discesa incompleta di uno o di entrambi i testicoli attraverso il canale inguinale nello scroto.

I bambini nati con questo disturbo devono essere operati per la discesa dei testicoli se ciò non avviene spontaneamente prima dei 2 anni di età. Se l'intervento non viene eseguito in età precoce, il maschio avrà problemi nella formazione del suo sperma a causa dell'alta temperatura dei testicoli.

Il criptorchidismo può verificarsi anche in età adulta a causa della parotite e portare alla sterilità. Se sei interessato a saperne di più su questo argomento, ti invitiamo a visitare il seguente post: Criptorchidismo.

Varicocele

Questo si verifica quando le vene del cordone spermatico che drenano i testicoli si dilatano a causa dell'alterazione della circolazione sanguigna.

Un varicocele può influenzare la fertilità o meno a seconda che colpisca uno o entrambi i testicoli. Nei casi di fattore testicolare unilaterale, l'87% degli uomini presenta il varicocele nel testicolo destro, mentre solo il 3% dei casi è nel sinistro. Il restante 10% ha un varicocele bilaterale e quindi il grado di sterilità è più alto.

Gli uomini con varicocele possono effettivamente riacquistare la fertilità dopo l'intervento chirurgico.

Orchitis

L'orchite testicolare è l'infiammazione di uno o di entrambi i testicoli a causa di un'infezione o di un trauma. L'orchite unilaterale è più comune.

L'infiammazione e l'aumento della temperatura che si verifica nelle orchite sono la causa della difettosa spermatogenesi e della sterilità maschile, soprattutto se è bilaterale.

Le orchite di origine batterica possono essere trattate con antibiotici e, in questo caso, l'infertilità è facilmente reversibile. Tuttavia, il virus della parotite può portare a una sterilità più grave.

Nel peggiore dei casi, i testicoli possono atrofizzarsi e non produrre sperma, diventando sottodimensionati.

Hidrocele

È l'eccessivo accumulo di liquido nel cordone spermatico, tra i due strati che ricoprono il testicolo e la faccia interna dello scroto.

L'idrocele testicolare può essere congenito o acquisito in seguito a traumi, infezioni o cancro. Può anche essere unilaterale o bilaterale e può essere accompagnata o meno da un'ernia inguinale.

In tutti i casi, l'idrocele può scomparire da solo o essere azionato se causa disagio. Non è una causa diretta della sterilità, ma può apparire come un sintomo di altri fattori che la influenzano.

Nell'articolo seguente potete saperne di più su questa condizione dei testicoli: L'idrocele testicolare.

Ipoplasia testicolare

Si tratta di una patologia congenita, poiché si verifica durante lo sviluppo embrionale. I testicoli non si formano correttamente e saranno più piccoli dei testicoli normali.

È noto anche come infantilismo testicolare ed è solitamente diagnosticato durante la pubertà, quando non si vede il corrispondente aumento di dimensione.

Altri fattori esterni

Oltre ai casi sopra citati, vi sono altre situazioni che possono comportare il rischio di soffrire di sterilità temporanea o permanente. Li commentiamo qui di seguito:

Agenti tossici
gli inquinanti ambientali come droghe, alcol o tabacco possono influenzare il funzionamento delle cellule coinvolte nella spermatogenesi del testicolo.
Farmaci e trattamenti
i farmaci chemioterapici e/o radioterapici contro il cancro possono causare danni irreparabili ai testicoli e portare alla sterilità, così come altri farmaci forti contro le malattie gravi.
Computer portatile
l'uso improprio può causare ipertermia nello scroto quando il computer viene posizionato sulle gambe del maschio. L'aumento della temperatura testicolare può rendere più difficile la produzione di spermatozoi, poiché gli spermatozoi vengono prodotti a 2-4°C al di sotto della temperatura del corpo centrale.
Telefono cellulare
alcuni studi sostengono che le vibrazioni delle radiazioni elettromagnetiche emesse dal telefono cellulare influenzano la qualità dello sperma quando viene conservato nella tasca dei pantaloni.
Bicicletta
c'è uno studio fatto sui ciclisti che conclude che sia l'abbigliamento stretto che il picchiettio dei genitali sulla sella causano la sterilità del fattore testicolare.

Domande più frequenti

Gli orecchioni possono causare l'infertilità del fattore testicolare?

Da Marta Barranquero Gómez (embriologa).

Sì. La parotite, comunemente chiamata parotite, è una malattia contagiosa causata da un'infezione virale. La parotite può provocare la meningite, l'infiammazione del pancreas e l'infiammazione dei testicoli, che può portare all'infertilità maschile.

L'infiammazione dei testicoli provoca l'atrofia dei testicoli, con conseguente compromissione della produzione di sperma. Pertanto, la capacità riproduttiva del maschio è diminuita.

La fertilità maschile è influenzata nei maschi con un solo testicolo?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Avere un solo testicolo, alla nascita o a causa di una malattia successiva come il cancro, non implica che ci sia un problema di fertilità. Se il testicolo rimanente funziona correttamente e la spermatogenesi non ne risente, l'uomo potrà ottenere una gravidanza naturale senza problemi.

La torsione testicolare può causare infertilità?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Avere un solo testicolo, alla nascita o a causa di una malattia successiva come il cancro, non implica che ci sia un problema di fertilità. Se il testicolo rimanente funziona correttamente e la spermatogenesi non ne risente, l'uomo potrà ottenere una gravidanza naturale senza problemi.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

G.R. Dohle, T. Diemer, A. Giwercman, A. Jungwirth, Z. Kopa, C. Krausz (2010). Guía clínica sobre la infertilidad masculina. European Association of Urology 2010 (actualización en abril de 2010).

Griffin DK, Finch KA (2005). The genetic and cytogenetic basis of male infertility. Human Fertil;8(1);19-26.

Guzick DS, Overstreet JW, Factor-Litvak P, Brazil CK, Nakajima ST, Coutifaris C, et al. (2001). Sperm morphology, motility, and concentration in fertile and infertile men. N Engl J Med; 345: 1388-1393.

Juárez de Diego JF (1999). Principales causas de infertilidad masculina. En: Arrondo JL. Actualización en Andrología. Publimed Comunicación SL. Pamplona.

Male infertility best practice policy committee of the American Urological Association (AUA) (2010). The optimal evaluation of the infertile male. AUA Best Practice Statement. Revised,.

Matorras R, Hernández J (eds.) (2007): Estudio y tratamiento de la pareja estéril: Recomendaciones de la Sociedad Española de Fertilidad, con la colaboración de la Asociación Española para el Estudio de la Biología de la Reproducción, de la Asociación Española de Andrología y de la Sociedad Española de Contracepción. Adalia, Madrid.

Pierik FH, Van Ginneken AM, Dohle GR, Vreeburg JT, Weber RF (2000). The advantages of standardized evaluation of male infertility. Int J Androl; 23(6): 340-6.

Sociedad Española de Fertilidad (SEF) (2011). Manual de Andrología. Coordinador: Mario Brassesco. EdikaMed, S.L. ISBN: 978-84-7877.

World Health Organization (WHO) (2000). WHO Manual for the Standardized Investigation, Diagnosis and management of the infertile male. Cambridge: Cambridge University Press.

Domande più frequenti: 'Gli orecchioni possono causare l'infertilità del fattore testicolare?', 'La fertilità maschile è influenzata nei maschi con un solo testicolo?' e 'La torsione testicolare può causare infertilità?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

 Marta Barranquero Gómez
Marta Barranquero Gómez
Embriologa
Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV) e specializzato in Riproduzione Assistita presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH) in collaborazione con Ginefiv e in Genetica Clinica presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH). Continua a leggere Marta Barranquero Gómez
Numero associato: 3316-CV
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.