Cosa causa la sterilità femminile? – Sintomi e trattamenti

Da (ginecologo), (ginecologo), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 07/09/2020

La sterilità èl'incapacità di concepire a causa di problemi con gli ovuli che prevenire la fecondazione e quindi la gravidanza. Può apparire per una varietà di cause, a seconda che i sintomi nella donna siano più o meno evidenti. Per questo motivo, ci possono essere situazioni in cui una donna non è consapevole della sua sterilità fino a quando non è stata sottoposta ai relativi test di fertilità.

Ci sono due tipi principali di sterilità:

Sterilità primaria
si verifica quando la sterilità appare in una donna che non ha mai avuto una gravidanza.
Sterilità secondaria
Si tratta di situazioni in cui una coppia non ottiene la gravidanza anche se ha già avuto uno o più figli insieme. In altre parole, la sterilità nasce dopo uno stadio di fertilità.

Sterilità e infertilità nelle donne

Sebbene sterilità e inertilità siano comunemente considerate sinonimi sia dalla società generale che dai professionisti, è importante notare che non sono esattamente la stessa cosa:

Sterilità femminile
l'unione di ovuli e sperma, cioè la fecondazione, non può avvenire a causa di problemi con l'ovulo. Si intende anche la sterilità quando si verifica la fecondazione, ma l'embrione non riesce ad impiantarsi. In breve, queste sono le situazioni in cui la gravidanza non si verifica.
Infertilità femminile
Anche se la fecondazione avviene e l'embrione è ottenuto dalla fusione, non si sviluppa completamente e quindi la gravidanza non arriva a termine. Si verifica quindi l'aborto.

In ogni caso, entrambi impediscono alla donna di avere un figlio e sono quindi trattati alla pari quando si tratta di parlare di cause, sintomi e trattamenti.

Cause della sterilità femminile

I problemi di fertilità nelle donne possono derivare da uno o più di questi disturbi:

Problemi nella produzione degli ovuli

Uno dei problemi per i quali non si ottiene la gravidanza può essere l'alterazione del ciclo ovulatorio. È noto come fattore o causa endocrina perché il ciclo mestruale è regolato da diversi ormoni come GnRH (ormone che rilascia gonadotropina), FSH (ormone che stimola il follicolo), LH (ormone luteinizzante), progesterone o estradiolo.

Le variazioni dei livelli ormonali possono causare:

  • Anovulazione o assenza di ovulazione (rilascio dell'uovo).
  • Ovulazione in un momento inaspettato.
  • Fallimento della produzione ovarica.

In un ciclo regolare, senza problemi endocrini, l'ovulazione avviene approssimativamente a metà del ciclo (giorno 14), considerando che il giorno 1 del ciclo è il giorno in cui le mestruazioni diminuiscono. Pertanto, i giorni di maggiore fertilità corrispondono ai giorni vicini all'ovulazione, cioè quando l'ovulo lascia l'ovaio e attende l'arrivo degli spermatozoi nelle tube di Falloppio.

Se una donna ha uno dei problemi di ovulazione di cui sopra, non otterrà una gravidanza anche se ha rapporti sessuali nei giorni fertili.

È importante sottolineare che un'alterazione puntuale del ciclo mestruale non è un segno di sterilità. Una donna è considerata sterile quando il problema persiste nel tempo.

L'assenza o l'alterazione dell'ovulazione porta di solito a problemi mestruali e persino all'amenorrea (assenza di mestruazioni). Tuttavia, ci sono casi in cui le mestruazioni rimangono regolari nonostante la comparsa di problemi ormonali che impediscono la gravidanza:

  • Insufficienza ovarica nascosta: è un'insufficienza ovarica che impedisce l'ovulazione.
  • Fase luteale insufficiente: Dopo l'ovulazione, nella fase luteale del ciclo mestruale, viene rilasciato il progesterone, la cui funzione principale è quella di favorire lo sviluppo dell'endometrio per consentire l'impianto dell'embrione e quindi la gravidanza. Ci sono situazioni in cui l'endometrio non si sviluppa correttamente a causa della bassa produzione di progesterone e questo impedisce la gestazione.
  • Sindrome del follicolo luteinizzato e non rotto: il follicolo, dove si trova l'uovo prima dell'ovulazione, continua il suo sviluppo fino alla fase luteale nonostante non abbia liberato l'uovo dal suo interno. La fecondazione non può avvenire poiché l'ovulo non ha lasciato l'ovaio.

Alcune cause per le quali possono apparire problemi ormonali che influenzano il sistema endocrino di regolazione ovarica sono lo stress, l'obesità, l'anoressia, alcuni problemi di tiroide, farmaci speciali, chemioterapia, radioterapia, fattori ambientali ...

I ginecologi valutano lo sviluppo del ciclo ovarico mediante ecografia e analisi del sangue. In questo modo, le concentrazioni ormonali sono controllate e si determina se esiste una patologia a livello endocrino che impedisce la gravidanza.

Anomalie delle tube di Falloppio

Si parla di fattore di sterilità tubarica quando ci si riferisce alle alterazioni delle tube di Falloppio, l'area dell'apparato riproduttivo femminile dove avviene la fecondazione.

All'ovulazione, l'ovulo lascia l'ovaia e attende nella tuba di Falloppio per essere fecondato dallo sperma. Dopo la fecondazione, l'embrione si muove attraverso il suo tubo fino all'utero, dove si impianterà e inizierà la gravidanza.

Perché tutto questo sia possibile, almeno una delle provette, e preferibilmente entrambe, deve essere permeabile e funzionale. Se entrambi i tubi sono bloccati, si verifica la sterilità del fattore tubarico femminile.

Le alterazioni della permeabilità tubarica possono essere dovute a infezioni, endometriosi, salpingite, malformazioni tubolari, hydrosalpinx, interventi chirurgici, malattie infiammatorie pelviche, ecc.

L'isterosalpingografia è il test diagnostico per verificare la funzionalità delle tube di Falloppio.

Fattore cervicale

La cervice è il primo luogo in cui gli spermatozoi devono passare per raggiungere l'ovulo. Ci possono essere dei blocchi sotto forma di polipi o fibromi che rendono difficile la fecondazione. Anche il muco cervicale aiuta gli spermatozoi a muoversi all'interno dell'utero, dando loro un modo per spostarsi.

L'infiammazione, l'infezione o le variazioni del pH possono causare la sterilità femminile impedendo agli spermatozoi di raggiungere le tube di Falloppio.

Alterazioni uterine

Ci sono due ragioni principali che possono causare sterilità nell'utero: malformazioni uterine e problemi all'endometrio.

L'endometrio è lo strato interno dell'utero in cui avviene l'impianto e la nidificazione dell'embrione.

Le alterazioni uterine possono essere congenite, cioè presenti dalla nascita, o apparire in seguito a causa della formazione di polipi, fibromi o cisti.

D'altra parte, l'endometriosi è anche una causa uterina di infertilità. Si tratta di una malattia causata da infiammazione del tessuto endometriale e dalla crescita del tessuto in luoghi al di fuori della cavità uterina. È una delle principali cause della consultazione ginecologica in Spagna e, a seconda del grado di malattia, colpisce la fertilità delle donne con diversa gravità.

Altre cause di infertilità

Ci sono altri fattori che influenzano la sterilità, ma possono verificarsi in entrambi i sessi, così come sono:

Sterilità di origine sconosciuta
Nonostante i numerosi test effettuati sia su uomini che su donne, non viene rilevata alcuna anomalia specifica responsabile dell'infertilità.
Sterilità immune
le cause più comuni della sterilità immunitaria sono la presenza di anticorpi antisperma sia da parte della donna che dell'uomo e la Sindrome Antifosfolipidica, con la quale la donna crea nel suo corpo uno stato di ipercoagulazione che impedisce il corretto funzionamento della placenta e quindi porta all'aborto. Se questi problemi non vengono diagnosticati in tempo, la donna può subire aborti ricorrenti.
Fattore psicologico
Le emozioni, sensazioni e sentimenti giocano un ruolo molto importante nella capacità riproduttiva. Non è raro vedere casi di coppie che hanno avuto bisogno della riproduzione assistita per avere il loro primo figlio eppure la seconda gravidanza è avvenuta naturalmente. Molti specialisti spiegano questa situazione sulla base del rilassamento e dell'eliminazione dello stress causato dalla sterilità.
Problemi a livello vaginale
Vaginismo impedisce la penetrazione e l'eiaculazione a causa della contrazione dei muscoli perivaginali.
Fattore genetico
ci sono alterazioni genetiche e cromosomiche che possono rendere difficile o impossibile il concepimento e che possono anche influenzare la normale evoluzione della gravidanza, causando aborti spontanei.

I progressi della ricerca nel campo della fertilità umana portano ogni giorno alla scoperta di nuove cause di sterilità, in modo che sia possibile delineare nuovi trattamenti e farmaci per combattere tutti questi problemi.

Sintomi di una donna sterile

I sintomi della sterilità femminile possono essere inesistenti o molto evidenti.

Ad esempio, nel caso di sterilità dovuta al fattore endocrino, le alterazioni ormonali causano generalmente amenorrea o irregolarità mestruali, che portano al sospetto di un problema e quindi portano la donna a consultare uno specialista.

D'altra parte, l'ostruzione delle tube o la presenza di fibromi nella cavità uterina può causare dolore o disagio, anche se ci sono anche casi in cui la donna non si accorge di nulla di particolare e quindi è totalmente inconsapevole del suo problema fino a quando non va a fare un check-up ginecologico.

A causa di questa grande varietà di sintomi, è essenziale che le donne facciano i consulti ginecologici stabiliti e non si rivolgano allo specialista solo in caso di dolori, disturbi o alterazioni mestruali.

La fertilità legata all'età nelle donne

A differenza degli uomini, le donne non producono ovuli de novo, ma nascono con un numero finito di ovuli. Dalla pubertà alla menopausa, una gran parte di loro ovulerà e il resto degenererà sul percorso di maturazione fino all'ovulazione.

Il periodo fertile di una donna va dai 16 ai 30-35 anni circa. A partire da questa età e soprattutto a partire dai 40 anni, la fertilità della donna diminuisce progressivamente fino al completo esaurimento della riserva di ovuli in menopausa.

Lo stile di vita odierno ha portato a un ritardo della maternità fino ad età biologicamente avanzate. Pertanto, una delle principali cause della sterilità oggi è l'età delle donne.

Infatti, ci dice il dottor Gorka Barrenetxea, specialista in Ginecologia e Ostetricia:

L'età media delle donne che vengono nel nostro centro è di 37-38 anni.

Trattamenti

In una situazione di sterilità femminile, il trattamento necessario per ottenere una gravidanza dipenderà dalla causa che la sta causando. Pertanto, gli specialisti raccomandano che ogni caso venga affrontato individualmente e che venga sviluppato un protocollo di trattamento personalizzato.

Oltre all'origine della infertilità, ci sono altri fattori che influenzano la scelta del trattamento più appropriato, come l'età della donna e il fattore maschile, principalmente.

Una volta che ogni caso è stato analizzato e che sono stati effettuati tutti gli esami diagnostici necessari, i trattamenti di fertilità per avere un figlio a cui una donna o una coppia può ricorrere sono i seguenti:

Coito programmato
per i casi di lieve sterilità, come l'anovulazione, sono giovani donne. Questo si fa somministrando farmaci che inducono l'ovulazione e programmando il sesso.
Inseminazione artificiale (IA)
è la tecnica di riproduzione assistita utilizzata per prima quando la donna è giovane e lo sperma della coppia è di buona qualità.
Fecondazione in vitro (FIVET)
per una sterilità femminile o maschile più grave, o quando l'IA non ha funzionato dopo diversi tentativi.
Fecondazione in vitro con diagnosi genetica preimpianto (DGP)
nei casi di sterilità dovuta a cause genetiche o quando c'è il rischio di trasmissione di una malattia ereditaria.
Ovodonazione
quando la donna non ha ovuli di qualità nella sua riserva ovarica, sarà necessario ricorrere agli ovuli della donatrice.

Ognuno di questi trattamenti deve essere adattato ad ogni donna in base alle sue caratteristiche e alle cause specifiche della sterilità.

Domande più frequenti

Potrei avere problemi di fertilità a causa della mia età?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Risposta di Fertility Madrid

Sì, purtroppo il passare del tempo ha un'influenza molto negativa. L'età fertile è tra la pubertà e la menopausa. Entro questo periodo, le condizioni migliori sono di solito fino a 35 anni. Con l'aumentare dell'età della donna, la riserva ovarica e la qualità dei suoi ovuli diminuisce.

In breve, più siamo vecchi, la fertilità di una donna non si traduce solo in una minore probabilità di gravidanza, ma anche in un aumento del numero di aborti dovuti ad anomalie cromosomiche e complicazioni durante la gravidanza.

Quando si dice che una donna è sterile?

Da Dr. Luis Rodríguez Tabernero (ginecologo).

Si dice che una donna sia sterile quando non riesce a rimanere incinta entro 1 anno avendo regolarmente rapporti sessuali non protetti, dopo aver escluso la causa maschile.

Ci sono una varietà di cause più o meno gravi. Per questo motivo in molti casi può accadere che la donna non sia consapevole del suo problema fino a quando non vengono effettuati i necessari test di sterilità, poiché in molti casi non dà alcun sintomo.

Ci sono 2 tipi di sterilità:

Primaria
è quando non siamo mai riuscite a rimanere incinte.
Secondaria
è quando non raggiungiamo la gestazione nonostante abbiamo uno o più figli precedenti con lo stesso partner.

Per conoscere lo stato della nostra riserva ovarica, la cosa migliore da fare è eseguire un'ecografia per valutare il conteggio dei follicoli antrali e un'analisi ormonale per determinare i livelli di FSH e di ormone antimullerico.

Infine, è necessario sapere che il periodo di maggiore fertilità delle donne va dai 16 ai 30-35 anni circa, essendo chiaramente influenzato dalla fertilità a partire dai 40 anni.

Quanti anni si può essere madre?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Dipenderà da ogni donna e dalla sua riserva ovarica. Una donna può essere madre naturalmente fino alla menopausa. Tuttavia, man mano che si avvicina a questa fase, la sua capacità riproduttiva diminuisce.

In ogni caso e in modo generale, possiamo dire che a partire dai 35 anni di età, la fertilità femminile diminuisce gradualmente e lo fa in modo più marcato a partire dai 40 anni.

Come si fa a sapere se una donna è sterile?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Per scoprire lo stato di fertilità di una donna, ci sono una serie di test medici che aiutano a misurare la riserva ovarica di una donna e a studiare la sua capacità riproduttiva.

Questi includono citologia, esame fisico del sistema riproduttivo femminile, analisi degli ormoni come FSH o AMH, ecc.

Come si può ottenere una gravidanza con la sterilità/fertilità?

Da Zaira Salvador (embriologa).

A seconda della causa della sterilità, una soluzione o l'altra sarà data per ottenere una gravidanza. La riproduzione assistita offre una vasta gamma di tecniche e trattamenti affinché le donne infertili possano rimanere incinte e soddisfare il loro desiderio di diventare madri.

Le tecniche più comuni sono l'inseminazione artificiale, la fecondazione in vitro (convenzionale o ICSI), la PGD (diagnosi genetica preimpianto), la donazione di ovuli e sperma, ecc.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Al-Badawi IA, Fluker MR, Bebbington MW. Diagnostic laparoscopy in infertile women with normal hysterosalpingograms. J Reprod Med 1999; 44:953-7.

Brodin T, Hadziosmanovic N, Berglund L, Olovsson M, Holte J. Antimüllerian Hormone Levels Are Strongly Associated With Live-Birth Rates After Assisted Reproduction. J Clin Endocrinol Metab. March 2013, 98(3):1107–1114.

Carvajal R, Alba J, Cortínez A, Carvajal A, Miranda C, Romero C, Vantman D. Niveles de hormona antimüllerina y factor neurotrófico derivado del cerebro como predictores de función ovárica. Rev Hosp Clín Univ Chile 2012; 23: 159-67.

Celik H, Bıldırcın D, Güven D, Cetinkaya MB, Alper T, Batuoğlu S. Random anti-Müllerian hormone predicts ovarian response in women with high baseline follicle-stimulating hormone levels Anti-Müllerian hormone in poor responders in assisted reproductive treatment. J Assist Reprod Genet, 2012; 29:797–802.

E.B. Hook. Rates of chromosome abnormalities at different maternal ages. Obstet Gynecol, 58 (1981)

Guzman L, Ortega-Hrepich C, Polyzos NP, Anckaert E, Verheyen G, Coucke W, Devroey P, Tournaye H, Smitz J, De Vos M. A prediction model to select PCOS patients suitable for IVM treatment based on anti-Müllerian hormone and antral follicle count. Human Reproduction, 2013, 28 (5): 1261–1266.

Pellerito JS, McCarthy SM, Doyle MB, Glickman MG, DeCherney AH. Diagnosis of uterine anomalies: relative accuracy of MR imaging, endovaginal sonography, and hysterosalpingography. Radiology 1992; 183:795-800.

Prof. Mary Wingfield (2017). The Fertility Handbook: Everything You Need to Know to Maximise Your Chance of Pregnancy, Gill & Macmillan Ltd, May 29, 2017

Ramalho de Carvalho B, Gomes Sobrinho DB, Vieira AD, Resende MP, Barbosa AC, Silva AA, Nakagava HM. Ovarian reserve assessment for infertility investigation. International Scholarly Research Network. ISRN Obstetrics and Gynecology. Volume 2012, Article ID 576385, 10 pages. doi:10.5402/2012/576385.

Romero Guadix B, Martínez Navarro L, Arribas Mir L. Esterilidad: manejo desde la consulta del médico de familia. AMF. 2002; 8 (6): 304-311.

Royal College of Obstetricians and Gynaecologists. Fertility: assessment and treatment for people with fertility problems. NICE Clinical Guideline. February 2013.

Domande più frequenti: 'Potrei avere problemi di fertilità a causa della mia età?', 'Quando si dice che una donna è sterile?', 'Quanti anni si può essere madre?', 'Come si fa a sapere se una donna è sterile?' e 'Come si può ottenere una gravidanza con la sterilità/fertilità?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Ginecologo
Laurea in Medicina e Chirurgia all'Università di Navarra. Dottorato in Medicina e Chirurgia presso l'Università dei Paesi Baschi/Euskal Herriko Unibertsitatea. Specialista in Ginecologia e Ostetricia (MIR). Ha più di 30 anni di esperienza ed è professore ordinario all'Università dei Paesi Baschi. È anche professore al Master in Fertilità Umana presso l'Università Complutense di Madrid. Vicepresidente del SEF. Continua a leggere Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Numero associato: 484806591
Dr. Luis Rodríguez Tabernero
Dr. Luis Rodríguez Tabernero
Ginecologo
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Salamanca e Specialista in Ostetricia e Ginecologia tramite MIR. Il Dr. Rodríguez Tabernero è responsabile dell'Unità di Riproduzione Umana Assistita del Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia dell'Ospedale Clínico Universitario di Valladolid dal 2013 e lavora anche nel campo della medicina riproduttiva dal 2000. Continua a leggere Dr. Luis Rodríguez Tabernero
Numero associato: 474705276
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.