Certified Medical Magazine by WMA, ACSA, HON
Diagnosi della sindrome dell’ovaio policistico criteri di Rotterdam
0
0
Menu

Diagnosi della sindrome dell’ovaio policistico criteri di Rotterdam

Per diagnosticare una sindrome dell'ovaio policistico, oggi è più comune usare i criteri di Rotterdam, secondo i quali almeno due delle seguenti condizioni devono essere soddisfatte per essere diagnosticate:

  • Oligovulazione/anovulazione: ovulazione meno frequente del solito o assente.
  • Segni clinici o biochimici di iperandrogenismo.
  • Ovaie policistiche all'ecografia: presenza di 12 o più follicoli da 2 a 9 mm a corona raggiata (a forma di filo di perle) in ogni ovaio o volume ovarico ingrandito (più di 10 ml). È sufficiente che queste caratteristiche siano presenti in una delle ovaie.
Da (ginecologa), (embriologa), (ginecologo), (embriologa), (embriologa) e (invitra staff).
Ultimo aggiornamento: 03/03/2021