Come si sceglie la migliore clinica di pma per me?

Da (ginecologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 06/10/2020

Chi non è in grado di concepire, sia che si tratti di problemi di sterilità della coppia, di donne single o di coppie lesbiche, dovrà ricorrere a un trattamento di fertilità per realizzare il proprio sogno: diventare genitori.

Questo è l'inizio di una strada difficile che, a seconda del paziente e della causa dell'infertilità, può durare diversi anni. Pertanto, è molto importante scegliere il centro di riproduzione assistita che meglio si adatta a ciascuno.

Non esiste una clinica di riproduzione assistita che sia la migliore. L'Italia ha molti centri prestigiosi con ottimi risultati e ogni paziente deve trovare quello con cui si sente più a suo agio e ispirare la massima fiducia.

In inviTRA vogliamo aiutare i nostri lettori in questa difficile scelta. Pertanto, abbiamo selezionato i fattori più importanti da valutare prima di iniziare un trattamento di fertilità.

Strutture della clinica

La Spagna ha una grande varietà di centri di riproduzione assistita distribuiti in tutto il paese, anche se il maggior numero di cliniche si trova in grandi città come Roma, Milano e Firenze.

Ci sono cliniche più piccole, più grandi, più vecchie, più nuove, situate in ospedali, studi privati, ecc.

Parleremo ora dei fattori relativi alle strutture che dovrebbero essere presi in considerazione nella scelta di una clinica.

Ubicazione

I pazienti devono essere consapevoli del fatto che, sia prima che dopo l'inizio del trattamento, molto probabilmente dovranno effettuare diverse visite in clinica: esami diagnostici, ecografie, controlli ormonali, deposito del campione di sperma, puntura follicolare, trasferimento di embrioni, ecc.

Pertanto, è importante tenere conto del viaggio e della distanza dalla clinica al nostro abituale luogo di lavoro o di residenza.

Tuttavia, è anche molto probabile che la clinica che vi piace di più, in termini di personale, strutture o tassi di successo, sia quella più lontana. In questo caso, è meglio seguire il proprio istinto e andare dove ci si sente meglio.

Qualità

Prima di scegliere una clinica, è importante assicurarsi che sia un centro certificato e ufficialmente riconosciuto.

Per scoprire se la clinica dispone di una garanzia di qualità, i pazienti possono cercare di verificare se è stata sottoposta a una verifica da parte di un ente indipendente serio.

Ad esempio, avere il certificato di qualità ISO 9001 o appartenere al Private Excellent Healthcare Program sono marchi di qualità che sono un plus.

Normalmente, quasi tutte le cliniche di riproduzione assistita mostrano sul loro sito web tutti i riconoscimenti ufficiali ottenuti.

Servizi

I pazienti apprezzano molto il fatto che le cliniche di riproduzione assistita offrono un servizio completo. Ci riferiamo al fatto che possiamo fare tutti i trattamenti, compresi gli esami diagnostici e complementari, nello stesso centro per vostra comodità.

Gli aspetti molto importanti da prendere in considerazione sono i seguenti:

Tecniche diagnostiche
una corretta anamnesi è essenziale per scoprire la causa della sterilità e determinare il trattamento più appropriato. Alcuni test di routine sono ultrasuoni, isterosalpingografia, spermiogramma, cariotipi, ecc. Pertanto, la clinica che si offre di effettuare tutti o la maggior parte di questi test nello stesso centro avrà un valore aggiunto rispetto al resto.
Laboratorio interno
questo è molto importante per i trattamenti di fecondazione in vitro (FIVET), poiché gli embrioni sono tenuti in coltura in laboratorio nelle più severe condizioni di umidità, temperatura, ecc. Dover spostare gli embrioni da un luogo all'altro per effettuare il trasferimento non è affatto consigliabile.
Sala operatoria interno
come nel caso precedente, è importante che le cliniche abbiano una propria sala operatoria, poiché questo è il luogo in cui si effettua la puntura follicolare e il trasferimento degli embrioni alla donna. Inoltre, le cliniche più moderne hanno una disposizione in cui la sala operatoria e il laboratorio comunicano direttamente, in modo da ridurre al minimo le condizioni di sterilità.
Orario
anche se i medici specialisti non si recano in visita nei fine settimana, è importante che la clinica effettui processi importanti come la puntura follicolare o il trasferimento di embrioni il sabato e la domenica, poiché per garantire il successo del trattamento non è consigliabile anticipare o ritardare questi processi.
Emergenza
è complicato per una clinica di riproduzione assistita avere un servizio di emergenza 24 ore su 24. Tuttavia, un numero sempre maggiore di essi comprende l'assistenza telefonica per affrontare questioni urgenti che sono di grande preoccupazione per i pazienti, come farmaci dimenticati, sintomi molto fastidiosi, emorragie nell'attesa beta, ecc.
Altre specialità
alcune cliniche offrono anche altre specialità mediche di cui i loro pazienti possono aver bisogno in un determinato momento, come l'assistenza psicologica o i servizi di urologia, tra gli altri.

Trattamenti disponibile

Non tutte le cliniche di riproduzione assistita offrono tutti i trattamenti possibili. A seconda delle loro risorse, alcuni offrono solo trattamenti semplici come l'inseminazione artificiale (IA).

Tuttavia, i pazienti che non ottengono una gravidanza dopo diversi tentativi di IA dovranno ricorrere alla FIV, che offre maggiori possibilità di successo. Se ciò dovesse accadere, questi pazienti sarebbero costretti a cambiare cliniche e professionisti del settore medico.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la disponibilità di donatori nel caso in cui si necessiti di un trattamento con sperma di donatore o di un'ovodonazione. Alcune cliniche hanno seri problemi ad ottenere le donatrici di ovuli, il che significa che c'è una lista d'attesa per i pazienti che hanno bisogno di questo trattamento.

Team di professionisti

Come abbiamo già detto, un trattamento della fertilità consiste in molte fasi che a volte coinvolgono diversi specialisti: ginecologi, embriologi, anestesisti, urologi, ecc.

Tutti questi professionisti devono essere particolarmente qualificati e avere molta esperienza. Inoltre, ci sono anche altre qualità che i pazienti considerano quando scelgono una clinica.

Prima impressione

Si raccomanda di effettuare la prima visita alla clinica in coppia (se del caso) in modo che entrambe le persone si facciano un'impressione l'una sull'altra e si scambino opinioni alla fine della giornata.

In questa prima visita è possibile osservare le strutture, il flusso dei pazienti, come vengono trattate le persone che lavorano alla reception, ecc.

Una volta all'interno della clinica, uno specialista in trattamenti di fertilità spiega ai nuovi pazienti come funziona la clinica, valuta il caso, raccomanda i possibili trattamenti e i loro prezzi approssimativi, informa sui primi passi da compiere e risolve tutti i dubbi.

In questo primo contatto con il personale della clinica, la gentilezza, la comprensione, la comprensione, l'empatia da parte del professionista, ecc. è molto apprezzata. Al paziente non piace sentirsi tale.

Alcune cose importanti da tenere d'occhio sono: se si preoccupano del tuo nome, se apprezzano i test precedenti (anche se molti probabilmente te li faranno ripetere), se rispondono a tutte le tue domande in modo chiaro e paziente, ecc.

Informazioni chiare e trasparenti

Il funzionamento del sistema riproduttivo maschile e femminile è spesso un fattore sconosciuto per la maggior parte dei pazienti al loro primo trattamento.

Pertanto, gli specialisti della riproduzione e della fertilità devono spiegare con totale chiarezza qual è il problema di sterilità di cui soffrono le pazienti, così come tutte le cure che stanno per iniziare: quali farmaci prenderanno e a cosa servono, perché gli ovuli non sono di buona qualità, gli spermatozoi che devono essere nello sperma affinché si possa avere una gravidanza, cosa succede agli embrioni in coltura e, quindi, un lungo eccetera.

Si tratta di molte nuove informazioni che i pazienti devono assimilare tutte in una volta e questo non è sempre facile.

Nonostante ciò, il professionista deve spiegare quante volte necessario in cosa consisterà il trattamento e risolvere tutti i dubbi. Un paziente non dovrebbe tornare a casa senza sapere quali farmaci ormonali le sono stati prescritti.

Trattamento personalizzato

Tutti i trattamenti di fertilità devono essere eseguiti in modo totalmente personalizzato, poiché dipenderanno molto dalla causa dell'infertilità della donna o della coppia, dall'età, dall'analisi ormonale, dall'anamnesi, ecc.

Per questo motivo, i pazienti di riproduzione assistita apprezzano molto il fatto che lo stesso medico effettua tutto il follow-up del ciclo, effettua i controlli e ciascuna delle parti del processo.

Purtroppo, due medici professionisti possono avere un approccio diverso allo stesso caso e quindi dare istruzioni o opinioni contraddittorie ai pazienti, che possono causare loro grande ansia durante il trattamento.

I pazienti devono essere consapevoli che stanno mettendo la loro salute e la salute del loro futuro bambino nelle mani di un medico professionista, e quindi questa persona dovrebbe essere qualcuno di cui si può fidare e con cui sentirsi al sicuro.

Tassi di successo

Questa è una delle domande più frequenti poste dalle pazienti nelle cliniche di riproduzione assistita: Quali sono le mie possibilità di rimanere incinta?

La risposta dipende principalmente dall'età della donna, dalla causa della sterilità e dal tipo di trattamento. La maggior parte delle cliniche pubblica i propri risultati ogni anno.

Queste statistiche non sono facili da decifrare. Pertanto, indicheremo le tariffe che portano la massima qualità alla clinica:

Tasso di parto
la cosa più importante dei trattamenti per la fertilità è che i pazienti possono ottenere la nascita di un bambino sano a casa. Pertanto, il tasso di parto è più importante del tasso di impianto o del tasso di gestazione.
Tasso di gravidanza unica
oggi si cerca di sensibilizzare sia i professionisti che i pazienti sul fatto che il trasferimento di più di un embrione può portare a gravi complicazioni in gravidanza. L'obiettivo principale della riproduzione assistita è quello di garantire che tutti i pazienti raggiungano la gravidanza e la nascita di un solo bambino.

In termini generali, il tasso di parto di IA è del 9,6%, il tasso di parto di IA con sperma del donatore è del 15,0%, il tasso di parto di IVF-ICSI è del 26,0%, il tasso di parto di ovodonazione è del 40,6%, ecc.

In ogni caso, il loro tasso di successo varia dal 5,4% al 10,8% (tasso di natalità) a seconda dell'età della donna.

Prezzo dei trattamenti

Per quanto riguarda le possibilità di ogni persona o coppia, il prezzo non dovrebbe essere un fattore determinante nella scelta di una clinica. Tuttavia, il costo molto elevato di molti trattamenti costituisce un limite per molti.

In seguito, parleremo delle cose da tenere in considerazione per affrontare i costi dei trattamenti di riproduzione assistita.

Budget iniziale

Tutte le cliniche offrono ai pazienti un preventivo iniziale prima di iniziare l'intero processo. Infatti, è consigliabile chiedere un preventivo in due o tre centri per poter fare un confronto.

Un ciclo di riproduzione assistita consiste in molteplici processi, test, tecniche complementari, ecc. che non tutti i pazienti richiedono. Pertanto, è molto importante assicurarsi che ciò che è e non è incluso in questo budget iniziale.

Per esempio, alcuni centri includono test come il seminogramma, i test ormonali, la vitrificazione degli embrioni o il test di gravidanza, mentre altri non ne includono nessuno. Per questo motivo, alcuni budget possono sembrare, a priori, più economici di altri, ma il paziente deve essere chiaro su ciò che è incluso.

D'altra parte, il prezzo dei farmaci non è mai incluso nel budget, in quanto può variare molto da una donna all'altra, quindi il budget iniziale dovrà essere integrato da circa 400-1.000 euro di farmaci ormonali.

Finanziamento

Non tutte le cliniche di riproduzione assistita offrono tutti i trattamenti possibili.

A seconda del centro e della banca con cui lavorano, può esserci una quota di apertura compresa tra l'1 e il 2%, che viene ripartita mensilmente o pagata per intero nel primo mese.

I documenti necessari che il paziente deve fornire sono i seguenti:

  • Ultimo libro paga o, in caso di lavoro autonomo, dichiarazione dei redditi
  • Fotocopia della carta d'identità
  • Numero di conto di addebito diretto

Di solito l'istituto finanziario dà una risposta immediata o entro 48 ore.

Domande più frequenti

Quando è necessario andare in una clinica di riproduzione assistita per rimanere incinta?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Si ritiene che una coppia abbia problemi di fertilità quando, dopo un anno di rapporti sessuali continui, non si verifica la gestazione. Da questo momento in poi, si consiglia di recarsi in una clinica della fertilità per iniziare i test diagnostici, scoprire quale sia la possibile causa della sterilità e indicare un trattamento adeguato.

Quando si deve consultare uno specialista della fertilità dopo un aborto spontaneo?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Per due o più aborti spontanei o più, è necessario consultare uno specialista della fertilità. L'obiettivo è quello di individuare la causa o le cause dell'aborto spontaneo e di applicare il trattamento più appropriato. Alcune delle cause più comuni sono il diabete, anomalie genetiche dell'embrione, malattie della tiroide, età riproduttiva avanzata, problemi strutturali dell'utero, ecc.

Lettura consigliata

Per saperne di più sulle tecniche di riproduzione assistita, per conoscere le differenze e quando sono indicate, potete accedere al seguente post: Differenze e complessità delle tecniche di riproduzione assistita.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

ACE, Association of Clinical Embryologists (2003). Accreditation Standards and Guides for IVF Laboratories.

Alper M, Brinsden PR, Fischer R, Wikland M (2002). Is your IVF program good? Hum Reprod; 17: 8-10.

ASRM, American Society for Reproductive Medicine (2002). Revised minimum standards for in vitro fertilization, gamete intrafallopian transfer, and related procedures. A Practice Committee Report. Guidelines and Minimum Standards.

Alberto Reche y Manuel Martínez Moya. Manual de Buena Práctica Clínica en Reproducción Asistida. Sociedad Española de Fertilidad (SEF).

Brian, K. (2010). The Complete Guide to IVF: An Insider’s Guide to Fertility Clinics and Treatments. Published by Hachette Digital, Londres

Fernández A, Castilla JA, Martínez L, Núñez AI, García-Peña ML, Mendoza JL, Blanco M, Maldonado V, Fontes J, Mendoza N (2002). Indicadores de calidad asistencial en un programa de FIV/ICSI. Rev Iberoam Fertil; 19: 249-52.

Gianaroli L, Plachot M, van Kooij R, Al-Hasani S, Dawson K, DeVos A, Magli MC, Mandelbaum J, Selva J, van Inzen W (2000). ESHRE guidelines for good practice in IVF laboratories. Committee of the Special Interest Group on Embryology of the European Society of Human Reproduction and Embryology. Hum Repro; 15: 2241-6

González E, Castilla JA, Magán R, Ortiz A, Ortiz-Galisteo JR, Aguilar J, Maldonado V, Fontes J, Martínez L, Mendoza N (2004). Consentimientos informados de reproducción asistida y legibilidad lingüística. Rev Iberoam Fertil; 21: 69-74.

ISO 9001, 2000. Quality management systems –requirements International Organization for Standardization, Geneva.

Ley 14/2006, de 26 de mayo, sobre técnicas de reproducción humana asistida. Jefatura del Estado «BOE» núm. 126, de 27 de mayo de 2006 Referencia: BOE-A-2006-9292.

Lyneé Madiera, J. (2018). Taking Baby Steps: How Patients and Fertility Clinics Collaborate in Conception. By The Regnets of the University of California. University of California Press, Oakland, California

Sociedad Española de Fertilidad. Registro Nacional de Actividad 2017-Registro SEF (ver)

Sociedad Española de Fertilidad (SEF). Sistema de calidad. En: Recursos materiales y humanos en tratamientos de reproducción (Cap. 38)

Wikland M, Sjöblom C (2000). The application of quality systems in ART programs. Mol Cell Endocrinol; 166: 3-7.

Domande più frequenti: 'Quando è necessario andare in una clinica di riproduzione assistita per rimanere incinta?' e 'Quando si deve consultare uno specialista della fertilità dopo un aborto spontaneo?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

Dra. Valeria Sotelo
Dra. Valeria Sotelo
Ginecologa
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Buenos Aires, con specializzazione in Ginecologia e Ostetricia. Master in Chirurgia Videolaparoscopica e specialista in Tocoginecologia. Membro associato del SEF e del SEGO. Oltre 10 anni di esperienza nel campo della Medicina della Riproduzione

. Continua a leggere Dra. Valeria Sotelo
Numero associato: 030309166
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.