Riposo nell’ICSI

Da .
Aggiornato il 29/01/2015

L'ICSI è un procedimento di fecondazione artificiale in cui la fecondazione degli ovuli è realizzata da spermatozoi selezionati soprattutto per la loro morfologia, ed è per questo che ha luogo in laboratorio. Dopo l'inseminazione artificiale degli ovuli, si effettua un controllo per osservare lo sviluppo degli embrioni: in base a come avvengono le divisioni cellulari, si determina la qualità degli embrioni.

Gli embrioni di miglior qualità saranno quelli scelti per realizzare il trasferimento nella donna, che di solito avviene il giorno 3, anche se in determinati casi si raccomanda che venga effettuato il giorno 5.

Donna che riposa a letto

Il trasferimento embrionario è un processo molto semplice, non richiede anestesia (non essendo un'operazione dolorosa) e dura al massimo 15 minuti. Il ginecologo introduce nella vagina una cannula con gli embrioni, e li deposita all'interno dell'utero. Si raccomanda che la donna rimanga a riposo tra 15 e 30 minuti, dopo, prima di lasciare la clinica di fecondazione artificiale.

Calmare stress ed ansia

Una volta a casa, la donna non deve restare a riposo dopo il trasferimento embrionario: può condurre una vita normale, tranne se si tratta di una situazione particolare e il medico ha consigliato riposo assoluto.

Riposo e test di gravidanza

Restare a riposo durante le due settimane d'attesa fino al momento del test non aumenta le possibilità di successo dell'ICSI. Gli studi dimostrano che è persino il contrario. Non facendo nessun'attività, lo stress può aumentare e far sì che la donna sviluppi un'ossessione per la gravidanza, alimentando la propria angoscia.

L'esercizio moderato è caldamente consigliato, tanto che passeggiare o persino fare qualche sport, sempre che non preveda nessuno sforzo fisico importante, può essere indicato per ridurre lo stress. Inoltre, fare piani con altre persone e svolgere attività permette di aspettare il test di gravidanza in modo più rilassato e leggero.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Autore

Questo articolo è stato scritto e recensito dal team inviTRA.

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.