Requisiti per l’IVF

Da .
Aggiornato il 16/12/2014

Perché una coppia possa sottoporsi alla fecondazione in vitro, ed abbia la maggior percentuale di successo possibile, è raccomandabile che risponda ad una serie di requisiti. La fecondazione in vitro è un tecnica di fecondazione artificiale che prevede un intervento importante da parte degli specialisti della fertilità.

Fecondazione di un ovulo

Per questa ragione, i requisiti non sono tanto esigenti, come nel caso dell'inseminazione artificiale (IA). In questo caso, le condizioni che devono rispettare l'uomo e la donna per poter realizzare un trattamento d'IVF sono le seguenti:

  • Uomo: è necessario che abbia spermatozoi nell'eiaculato e, dopo la prova di capacitazione, che sia presente un minimo di 3 milioni di spermatozoi per millimetro.
  • Donna: il suo utero dev'essere nella condizione di sopportare una gestazione, e la risposta alla stimolazione ovarica dev'essere di almeno due ovuli maturi.

Questi requisiti sono necessari per effettuare una fecondazione in vitro convenzionale con i gameti dell'uomo e della donna. Davanti a casi più gravi, è possibile ricorrere ad un'ICSI o, se neanche con questa tecnica si ottengono risultati positivi, alla donazione di seme e/o di ovuli.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Autore

Questo articolo è stato scritto e recensito dal team inviTRA.

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.