Posso avere le mestruazioni durante la gravidanza?

Da .
Aggiornato il 30/07/2015

La risposta è no. Non è possibile essere incinta e avere le mestruazioni allo stesso tempo, anche se è comune incotrare leggeri sanguinamenti vaginali che però non hanno niente a che vedere con le mestruazioni.

Circa il 30% delle donne soffrono di sanguinamenti durante la gravidanza, specialmente nel primo tremestre, sebbene sia raro che si verifichino per tutto il corso della gravidanza. Di fatto, circa una gravidanza ogni 200 manifesta emorragie vaginali anche nel secondo e terzo trimestre.

Mestruazioni e gravidanza

La mestruazione rappresenta l'esfoliazione dell'endometrio, ovvero, il processo attraverso il quale l'endometrio si disfa delle pareti uterine come conseguenza dell'assenza di fecondazione dell'ovulo.

Gravidanza e perdite di sangue mestruali

Il cervello invia dei segnali ormonali alle ovaie cosìcche, in caso si produca la fecondazione e successivamente l'impiantazione dell'embrione, l'endometrio uterino non si disfi e si sviluppi adeguatamente per poter ospitare, nutrire e proteggere il bambino. Per questo motivo durante la gravidanza non avviene l'esfoliazione dell'endometrio, ovvero, non c'è la presenza di mestruazioni.

Se si verificassero periodi mestruali normali, vorrebbe dire che la donna sta eliminando la membrana uterina incaricata di alimentare il bambino e pertanto ne sarebbe a rischio lo sviluppo.

Emorragia vaginale durante la gravidanza

Partendo dal principio che non è possibile avere le mestruazioni durante la gravidanza, molte donne affrontano emorragie vaginali durante la gravidanza, specialmente nel primo periodo, ed è quello che viene chiamato sanguinamento deciduale.

Anche se è simile al sanguinamento mestruale, il flusso è minore e sia il colore che l'odore possono variare, così come la durata.

Emorragia vaginale

Si tratta generalmente di perdite causate da un disequilibrio ormonale tipico della gravidanza. Normalmente non implica un pericolo per il bambino o per la madre. Tuttavia, se il sanguinamento diventa abbondande e doloroso, è raccomandabile rivolgersi ad una ginecologa, dato che questo è un sintomo inidicativo di complicazioni gravi che possono portare all'aborto.

Cause del sanguinamento vaginale durante la gravidanza

Anche se le piccole perdite sono solitamente la conseguenza di uno squilibrio ormonale, esistono occasioni nelle quali il sanguinamento diventa pericoloso. Sono diverse le ragioni che possono potare ad un sanguinamento grave durante la gravidanza:

  • Problemi nella placenta: i più comuni sono lo sfaldamento prematuro della placenta o la placenta doppia.
  • Gravidanza ectopica: avviene quando l'embrione si è impiantato fuori dalla cavità uterina, per esempio nelle trombe di Falloppio, le quali possono generare un'emorragia interna.
  • Gravidanza molare: si tratta di una malformazione del tessuto della placenta che può provocare sanguinamento genitale.
  • Presenza di polipi, fibriomi o infezioni vaginali.

Un'altra causa per la quale è possibile che si verifichi un piccolo sanguinamento vaginale durante le prime settimane è il sanguinamento da impiantazione. Quando l'embrione si impianta nell'endometrio dell'utero della madre, è possibile che si manifesti un piccolo sanguinamento, confuso molte volte con le mestruazioni, da chi ancora inconsapevole di essere incinta. Ciò nonostante, è un sanguionamento di colore marrone è meno abbondante delle abituali mestruazioni.

Il sanguinamento vaginale solitamente preoccupa molto le donne incinta, poichè molte volte è sinonimo di aborto spontaneo. Comunque è molto importante sottolineare che solo una parte di queste emorragie porta all'aborto o a gravi conseguenze.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Autore

Questo articolo è stato scritto e recensito dal team inviTRA.

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.