Che cos’è l’oligospermia? – Cause, tipi e trattamenti

Da (ginecologa), (embriologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 02/10/2020

L'oligozoospermia, chiamata anche oligospermia, è una causa di infertilità del fattore spermatico maschile. In particolare, l'oligospermia si riferisce alla quantità di sperma nell'eiaculato, che si trova in numero inferiore rispetto all'eiaculato di un maschio fertile.

Il grado di oligospermia può essere lieve, moderato o grave, a seconda del numero di spermatozoi presenti nell'eiaculato.

Lo sperma è considerato di scarsa qualità se ha una bassa concentrazione di sperma in combinazione con altre alterazioni come la bassa motilità dello sperma o difetti di forma. Queste patologie sono note come astenozoospermia e teratozoospermia, rispettivamente.

Definizione

L'oligospermia è definita come una bassa concentrazione di sperma nel seme eiaculato.

Si tratta quindi di uno sperma di scarsa qualità e gli uomini che ne soffrono hanno problemi a concepire in modo naturale. Un basso numero di spermatozoi diminuisce la probabilità che lo sperma sia in grado di superare tutte le barriere che incontrano l'ovulo per fecondarlo.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), un uomo soffre di oligospermia quando il numero totale di spermatozoi è inferiore a 15 milioni per millilitro.

Diagnosi di oligospermia

L'oligospermia non produce alcuna manifestazione clinica: l'uomo è in grado di mantenere le relazioni intime senza problemi ed eiaculare in modo del tutto normale. È nel momento in cui desiderano avere un figlio che, dopo aver fallito, vengono effettuati dei test e viene diagnosticata questa alterazione.

Per lo studio della qualità dello sperma, un test chiamato seminogramma. Gli spermatozoi vengono valutati al microscopio. Uno di questi parametri è la concentrazione di spermatozoi, che, come è stato detto, deve essere inferiore a 15 milioni di spermatozoi per millilitro per essere considerata oligospermia.

Per eseguire il seminogramma, i campioni di sperma devono essere raccolti per masturbazione dopo 3-5 giorni di astinenza sessuale. Se questo periodo di astinenza non viene osservato, i risultati saranno errati e inaffidabili, quindi la diagnosi non sarà quella giusta.

Cause

Le cause che possono influenzare la produzione di spermatozoi sono diverse e possono essere suddivise in pretesticolari, testicolari e post-testicolari.

Spesso è difficile determinare l'esatta causa dell'oligospermia, poiché l'uomo non la rileva fino a quando non cerca di concepire e questo può essere solo temporaneo.

Cause pretesticulari

Sono quelli che causano problemi al sistema endocrino, per cui si verifica la formazione di spermatozoi non corretti. Questo può avvenire a causa dei livelli ormonali che regolano la formazione degli spermatozoi, o a causa di fattori esterni che agiscono sul nostro corpo.

La dieta, il consumo di tabacco e di alcol, l'esposizione a tossine ambientali o lo stress sono alcuni dei fattori pre-testicolari che possono influenzare la bassa produzione di sperma.

Cause testicolari

Quando l'oligospermia deriva da una causa testicolare si riferisce ad alterazioni dei testicoli. Tra le alterazioni testicolari più frequenti ci sono le seguenti:

Criptorchidismo
un difetto di nascita del maschio caratterizzato da una discendenza incompleta di uno o di entrambi i testicoli.
Idrocele
accumulo di una grande quantità di liquido nel cordone spermatico.
Varicocele
dilatazione delle vene del cordone spermatico a causa di un'alterazione della circolazione sanguigna.

Anche alcune alterazioni genetiche, come microdelezioni del cromosoma Y o traumi, influenzano la funzione testicolare.

Cause post-testicolari

La bassa concentrazione di spermatozoi nell'eiaculato a causa di una causa post-testicolare si riferisce a problemi di espulsione degli spermatozoi verso l'esterno. Pertanto, c'è la produzione di sperma, ma non va all'esterno.

Di seguito sono riportate alcune delle cause post-chirurgiche che possono generare oligozoospermia:

Ostruzione delle vie dello sperma
a causa di traumi o infezioni nelle aree adiacenti, impedendo il passaggio degli spermatozoi.
Infezioni seminali
sia nella prostata, epididimo, vas deferente o uretra.

Tipi di Oligospermia

Il grado di oligospermia può essere lieve, moderato o grave, a seconda che la concentrazione di spermatozoi nel seme eiaculato sia maggiore o minore.

Oligospermia leggera
è uno in cui ci sono tra i 14 e i 5 milioni di spermatozoi per millilitro.
Oligospermia moderata
sono tra 5 e 1 milione di spermatozoi per millilitro. In questi due casi, un miglioramento della qualità dello sperma può essere ottenuto in pochi mesi seguendo alcune terapie e buone abitudini di vita. Il seminogramma verrebbe poi ripetuto per valutare nuovamente i parametri.
Oligospermia grave
è il caso più grave in cui ci sono meno di 1 milione di spermatozoi per millilitro e in cui si raccomanda di seguire un trattamento di riproduzione assistita per avere figli.

Per eseguire correttamente questa classificazione, è necessario valutare diversi eiaculato del paziente in diverse settimane, ed escludere che la bassa concentrazione di spermatozoi sia dovuta ad un problema di astinenza.

Trattamenti

Per combattere l'oligospermia e se non se ne conosce l'esatta causa, il trattamento più efficace è quello di mantenere sane abitudini di vita, mangiare una dieta equilibrata, ridurre o eliminare l'uso di alcol e droghe, e proteggersi dalle sostanze tossiche legate all'ambiente o al lavoro.

Come trattamento naturale possiamo trovare alcune erbe per prendere infusi come damiana o tribulus terrestris, ginseng coreano in capsule o polvere di radice di maca peruviana. Questi sono considerati rimedi casalinghi e la loro efficacia non è scientificamente provata.

Per quanto riguarda l'uso di farmaci, ci sono complessi vitaminici o dosi ormonali che, anche se non sono state provate, possono aiutare a migliorare la produzione di sperma. Le vitamine E, C e B6 sono ricche di antiossidanti che proteggono il DNA dello sperma dalla frammentazione. Gli integratori ormonali sono utili per i pazienti che soffrono di squilibri ormonali che agiscono sulla produzione di sperma, come il testosterone.

Se la produzione di sperma non viene migliorata, o se le cause dell'oligospermia sono testicolari o post-testicolari, per ottenere una gravidanza si deve ricorrere ad un trattamento di riproduzione assistita adattato ad ogni paziente.

Rimanere incinta

Sebbene l'oligospermia causi l'infertilità maschile, questi uomini sono in grado di produrre sperma e di espellerlo nell'eiaculato, in modo da poter diventare genitori naturali e mettere incinta la donna facendo sesso. Tuttavia, questa probabilità diminuisce al diminuire del numero di spermatozoi.

Ci sono quindi coppie che hanno bisogno di ricorrere a trattamenti di fertilità per diventare genitori con oligozoospermia, come quelli elencati di seguito.

Tecniche di riproduzione assistita

A seconda del grado di oligospermia e se è accompagnata da un'altra alterazione, la gravidanza può essere ottenuta con l'aiuto della riproduzione assistita. In questo caso lo specialista consiglierà una tecnica di riproduzione assistita o un'altra a seconda delle possibilità.

Con una leggera oligospermia, l'inseminazione artificiale è una tecnica semplice ed economica che offre buoni risultati, ogni volta che è possibile recuperare 2-3 milioni di spermatozoi mobili progressivi dopo l'allenamento del seme. Si raccomanda inoltre che la donna abbia meno di 35 anni e non soffra di problemi di infertilità.

In caso di fallimento dell'inseminazione artificiale o di oligospermia moderata o grave, la cosa più consigliabile è procedere con tecniche di fecondazione in vitro, come la FIVET o l'ICSI.

Entrambe le tecniche condividono parte della procedura: l'iperstimolazione ovarica è necessaria per ottenere un numero maggiore di ovuli, vengono estratti per puntura follicolare e poi la fecondazione viene eseguita in laboratorio.

Tuttavia, in oligospermia grave, l'ICSI è più efficace perché nell'eiaculato è necessario un solo spermatozoo vivo per microiniettarlo nell'ovulo e fertilizzarlo.

Domande più frequenti

Se ho una leggera oligozoospermia, possiamo eseguire un'inseminazione artificiale?

Da Dra. Concha Leal Cariñena (ginecologa).

Sì, purché il numero di spermatozoi mobili (REM) sia superiore a 5x106 spermatozoi/ml, ma dipenderà anche da altri fattori come l'età della donna o il tempo di sterilità.

Perché l'oligozoospermia è causa di sterilità?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Gli uomini con parametri seminali alterati soffrono di infertilità maschile a causa dell'incapacità di concepire.

Nel caso dell'oligozoospermia, essendoci meno spermatozoi nell'eiaculato, ci sono meno possibilità che essi possano risalire attraverso il tratto riproduttivo femminile fino all'utero e alle tube di Falloppio, e quindi fecondare l'ovulo e ottenere una gravidanza naturale.

L'oligospermia è uguale all'azoospermia?

Da Zaira Salvador (embriologa).

No, sebbene l'oligospermia si riferisca alla bassa concentrazione di spermatozoi, essi sono presenti nell'eiaculato. L'azoospermia è l'assenza di spermatozoi nello sperma eiaculato, e sono necessarie tecniche invasive per il suo recupero, come l'aspirazione dell'epididimo, la puntura o la biopsia testicolare. Al seguente link potete trovare ulteriori informazioni sull'azoospermia: Cos'è l'azoospermia?

Quali sono i sintomi dell'oligospermia?

Da Zaira Salvador (embriologa).

L'oligospermia non ha sintomi come il dolore che l'uomo può percepire. Un uomo può soffrire di oligospermia e non rendersene conto, a meno che non voglia avere un figlio e non ci riesca. Se l'oligospermia è dovuta a una patologia come il criptorchidismo o il varicocele, questi possono essere visti ad occhio nudo.

Esiste una cura per l'oligospermia?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Poiché è difficile conoscere l'esatta causa dell'oligospermia, è anche difficile applicare un trattamento specifico.

Si raccomanda di mantenere abitudini di vita sane, poiché ci sono casi in cui l'oligospermia è temporanea e la produzione di sperma può essere ripristinata in pochi mesi.

Se la causa dell'oligospermia è un difetto endocrino, si può seguire un trattamento ormonale.

Esiste un trattamento preventivo per l'oligospermia?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Il modo migliore per mantenere una buona qualità dello sperma e il potenziale fertile del maschio è quello di praticare abitudini di vita sane, mangiare una dieta sana ed equilibrata, non usare droghe, alcool e tabacco, praticare qualche sport per mantenersi in forma, ecc.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Adamopoulos DA. Medical treatment of idiopathic oligozoospermia and male factor subfertility. Asian J Androl. 2000;2(1):25-32.

Guzick DS, Overstreet JW, Factor-Litvak P, Brazil CK, Nakajima ST, Coutifaris C, et al. (2001). Sperm morphology, motility, and concentration in fertile and infertile men. N Engl J Med 2001; 345: 1388-1393.

Kirby EW, Wiener LE, Rajanahally S, Crowell K, Coward RM. Undergoing varicocele repair before assisted reproduction improves pregnancy rate and live birth rate in azoospermic and oligospermic men with a varicocele: a systematic review and meta-analysis. Fertil Steril. 2016;106(6):1338-1343.

McLachlan RI. Approach to the patient with oligozoospermia. J Clin Endocrinol Metab. 2013;98(3):873-80.

Meistrich ML. Effects of chemotherapy and radiotherapy on spermatogenesis in humans. Fertil Steril. 2013;100(5):1180-6.

Sermondade N, Faure C, Fezeu L, Lévy R, Czernichow S; Obesity-Fertility Collaborative Group. Obesity and increased risk for oligozoospermia and azoospermia. Arch Intern Med. 2012;172(5):440-442.

World Health Organization (WHO) (2010). WHO laboratory Manual for the examination of human semen and sperm-cervical mucus interaction. Cambridge Academic Press.

Domande più frequenti: 'Se ho una leggera oligozoospermia, possiamo eseguire un'inseminazione artificiale?', 'Perché l'oligozoospermia è causa di sterilità?', 'L'oligospermia è uguale all'azoospermia?', 'Quali sono i sintomi dell'oligospermia?', 'Esiste una cura per l'oligospermia?' e 'Esiste un trattamento preventivo per l'oligospermia?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

Dra. Concha  Leal Cariñena
Dra. Concha Leal Cariñena
Ginecologa
Laurea in medicina all'Università di Saragozza. Ha una vasta carriera come ginecologo specializzato in riproduzione assistita ed è anche professore associato nel Dipartimento di Chirurgia, Ginecologia e Ostetricia dell'Università di Saragozza. Continua a leggere Dra. Concha Leal Cariñena
Numero associato: 5008547
 Marta Barranquero Gómez
Marta Barranquero Gómez
Embriologa
Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV) e specializzato in Riproduzione Assistita presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH) in collaborazione con Ginefiv e in Genetica Clinica presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH). Continua a leggere Marta Barranquero Gómez
Numero associato: 3316-CV
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.