Inseminazione artificiale fatta in casa

Da (embriologa), (embriologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 15/10/2020

Con l'avvento di Internet, l'inseminazione artificiale domestica (IA) è stata potenziata in molti paesi.

Questo tipo di IA non rientra nell'ambito delle tecniche di riproduzione assistita, poiché non richiede l'intervento di medici professionisti. Sebbene si tratti di un processo semplice che richiede solo l'acquisto di un kit per l'inseminazione artificiale in casa, i risultati del raggiungimento di una gravidanza attraverso questa procedura sono gli stessi che si possono ottenere attraverso i rapporti sessuali. Pertanto, il successo riproduttivo non è elevato.

L'IA fatto en casa è molto comune nelle donne che decidono di diventare madri single, nelle coppie lesbiche e nelle coppie con problemi di eiaculazione o disfunzione erettile negli uomini.

Definizione

L'IA domestica è una procedura che consiste nell'eseguire l'inseminazione direttamente da casa, cioè un'auto-inseminazione. La donna stessa inietta la siringa con lo sperma nel tratto riproduttivo (nella vagina), come una penetrazione durante il sesso.

Questa procedura è attualmente molto richiesta in molti paesi. Inoltre, non è considerata una tecnica di riproduzione assistita per la sua semplicità e per il fatto che non richiede personale medico o anestesia per essere eseguita.

Materiale per l'autoinseminazione

Gli strumenti necessari per eseguire l'inseminazione artificiale a casa possono essere acquistati in farmacia o ottenuti via Internet. Di seguito viene descritto un elenco del materiale richiesto:

  • Siringa sterile da 2 a 5 ml senza ago. Se hanno una cannula incorporata è meglio perché aumenta la loro lunghezza.
  • Guanti in vinile.
  • Contenitore sterile per campioni di sperma.
  • Siero fisiologico che facilita l'aspirazione del seme.

Processo passo dopo passo

Una volta che tutto il materiale è disponibile, inizia il processo di inseminazione. I passi da seguire sono descritti in dettaglio qui di seguito.

Ottenere il campione di sperma

Il campione di sperma del partner ottenuto tramite eiaculazione (o del donatore) viene depositato nel ricevente a tale scopo. È importante cercare di mantenere la temperatura, poiché gli spermatozoi subiscono una perdita di mobilità quando la temperatura scende.

Se il campione di sperma proviene da una banca del seme, deve essere congelato in azoto liquido. Sarà quindi necessario scongelare il campione seguendo le istruzioni indicate dalla banca stessa.

Inoltre, lo sperma può essere miscelato con una piccola quantità di soluzione salina per renderlo più fluido e per facilitare l'aspirazione. Il siero dovrebbe essere alla stessa temperatura del corpo umano, circa 36-37 °C.

Collocamento della donna

La donna deve stare in piedi in una posizione che tenga il bacino sollevato, con le gambe leggermente aperte verso l'alto. La corretta postura può essere ottenuta posizionando dei cuscini sui reni. Dovrebbe essere una posizione comoda, in grado di essere tenuta per circa 30 minuti.

Iniezione di sperma

Per prima cosa bisogna indossare i guanti di vinile. Inserire con cautela la siringa nella vagina il più a fondo possibile, con particolare attenzione una volta all'interno. L'obiettivo è quello di portare lo sperma il più vicino possibile all'utero. Tuttavia, non c'è bisogno di forzarla, in quanto potrebbe portare a graffi o crepe che sarebbero controproducenti. Sarà più facile con l'aiuto, cioè se non è la donna stessa ad inserire la siringa.

Una volta posizionata la siringa, lo stantuffo viene premuto delicatamente. In questo modo, lo sperma con lo sperma uscirà lentamente e si depositerà sul fondo della vagina.

Lavaggio della siringa e riposo

Quando l'intero contenuto della siringa è stato iniettato, vengono prelevati un altro paio di millilitri di siero e l'intero processo viene ripetuto. In questo modo si utilizzano anche gli spermatozoi che rimangono attaccati alla parete della siringa.

Alla fine di tutto il processo, la donna deve riposare sdraiata nella stessa posizione per mezz'ora e poi può tornare alla sua vita normale.

Successo dell'inseminazione artificiale fatto en casa

L'inseminazione en casa non è considerata una tecnica medica, in quanto non richiede alcun professionista qualificato. È la donna stessa o la sua compagna a portare avanti il processo a casa. Per questo motivo, non esistono studi che valutino le percentuali di successo di questa procedura.

La tecnica è semplice e poco costosa, quindi molte coppie la provano come prima opzione quando si trovano ad affrontare problemi di fertilità. Tuttavia, va notato che l'efficacia dell' inseminazione artificiale domiciliare è simile ai rapporti sessuali.

Nel caso di utilizzo dello sperma del partner, il processo deve essere fatto rapidamente perché l'eiaculato si deteriora dopo tre ore dalla masturbazione.

D'altra parte, se lo sperma proviene da un donatore, subisce un processo di congelamento e scongelamento che può anche influenzare le sue proprietà. Quando una donna compra sperma da una banca del seme, è necessario seguire rigorosamente le indicazioni indicate dalla banca per un adeguato scongelamento del campione.

Sia che si utilizzi il proprio sperma o quello di un donatore, è essenziale mantenere le condizioni di temperatura per mantenere la qualità dello sperma e non diminuire le possibilità di gravidanza.

Raccomandazioni

Quando ci sono gravi problemi di fertilità, l'IA domestica non è raccomandata perché è improbabile che si arrivi a una gravidanza.

Nelle cliniche di riproduzione, le donne si sottopongono alla stimolazione ovarica per aumentare la probabilità di gravidanza e lo sperma viene addestrato in laboratorio per facilitare il suo arrivo all'ovulo, fasi che in casa AI sono ovviate.

Per aumentare il successo dell'inseminazione artificiale domiciliare, si raccomanda di controllare il ciclo mestruale e di autoinseminarsi a metà del ciclo, cioè quando di solito si verifica l'ovulazione. Pertanto, il momento ideale per l'autoinseminazione sarebbe il 14° giorno del ciclo mestruale.

Rischi

I pericoli dell'inseminazione artificiale a casa sono gli stessi del sesso. Il campione di sperma non viene analizzato in precedenza, quindi c'è il rischio di trasmettere una malattia sessualmente trasmissibile (STD).

Se l'autoinseminazione viene effettuata con sperma di un donatore acquistato da una banca del seme straniera, il rischio è minore, poiché i campioni vengono analizzati dalla banca stessa.

Si parla di centri all'estero perché, in Italia, una donna o una coppia non possono acquistare sperma direttamente da una banca italiana. Ci deve essere un centro riproduttivo come intermediario per garantire che la donazione di sperma sia fatta in forma anonima, come richiesto dalla legge.

Domande più frequenti

L'inseminazione artificiale fatta in casa è legale in Italia?

Da Marta Barranquero Gómez (embriologa).

in Italia non è possibile fare l'inseminazione artificiale in casa. La legge permette le tecniche di riproduzione assistita solo fino a quando ci sono problemi di sterilità assoluta e irreversibile.

La legge stabilisce quindi che un trattamento di fertilità deve essere seguito da un medico, cosa che non accadrebbe in un'inseminazione artificiale fatta en casa.

L'inseminazione artificiale fatta in casa funziona?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Anche se ci sono molti casi in cui la gravidanza si ottiene attraverso questa procedura, le possibilità di successo non sono maggiori di quelle ottenute attraverso il rapporto sessuale. Per questo motivo, se ci sono gravi problemi di fertilità, non funzionerà.
Continua a leggere

Qual è la differenza principale tra l'inseminazione artificiale e l'inseminazione domiciliare?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

La caratteristica principale dell'inseminazione artificiale eseguita in un centro riproduttivo è il luogo in cui viene depositato il seme: l'utero.

In un'inseminazione domiciliare, lo sperma viene solitamente depositato nella vagina, proprio come avviene nei rapporti sessuali.
Continua a leggere

C'è qualche rischio nel fare l'inseminazione artificiale a casa?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

No, il rischio di fare l'inseminazione domiciliare con lo sperma del proprio partner è lo stesso che fare sesso.

Nel caso di utilizzo di sperma di un donatore, il rischio è solo quello di non conoscere l'origine del campione. È essenziale che il campione utilizzato provenga da una banca del seme conforme agli standard di qualità e ai requisiti legali.

Lettura consigliata

Come abbiamo commentato in tutto l'articolo, l'inseminazione domiciliare non è una tecnica di riproduzione assistita. Se volete saperne di più sulla tecnica dell'inseminazione artificiale eseguita da un medico specialista, vi consigliamo di dare un'occhiata a questo articolo: Cos'è l'inseminazione artificiale (IA)?

D'altra parte, se avete dubbi sui sintomi che dovreste aspettarvi o se è necessario riposare dopo l'inseminazione artificiale, in questo articolo potrete risolvere tutti i vostri dubbi: Cosa fare dopo l'inseminazione artificiale?

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

La legge per tutti. Informazione e consulenza legale. Inseminazione articiale con kit online: è legal? 13 Gennaio 2018. Carlos Arija Garcia. Link.

Cohen MR: Intrauterine insemination. Int J Fertil 7:235, 1962.

Diamond MP, Christianson C, Daniell JF, Wentz AC: Pregnancy following use of the cervical cup for home artificial insemination utilizing homologous semen. Fertil Steril 39:480, 198.

Dixon RE, Buttram VC Jr, Schum CW: Artificial insemination using homologous semen: a review of 158 cases. Fertil Steril 27:647, 1976.

Guttmacher AF: The role of artificial insemination in the treatment of sterility. Obstet Gynecol Surv 15:767, 1960.

Pfeffer WH, Wallach EE, BeckWW, Barrett ATM: Artificial insemination with husband's semen: prognostic factors. Fertil Steril 34:356, 1980.

Whitelaw WJ: The cervical cap self-applied in the treatment of severe oligospermia. Fertil Steril 31:86, 1979.

Domande più frequenti: 'L'inseminazione artificiale fatta in casa è legale in Italia?', 'L'inseminazione artificiale fatta in casa funziona?', 'Qual è la differenza principale tra l'inseminazione artificiale e l'inseminazione domiciliare?' e 'C'è qualche rischio nel fare l'inseminazione artificiale a casa?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

 Andrea  Rodrigo
Andrea Rodrigo
Embriologa
Laureato in Biotecnologie presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV) con un Master in Biotecnologie della Riproduzione Umana Assistita, insegnato dall'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Corso di specializzazione in Genetica Medica. Continua a leggere Andrea Rodrigo
 Marta Barranquero Gómez
Marta Barranquero Gómez
Embriologa
Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV) e specializzato in Riproduzione Assistita presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH) in collaborazione con Ginefiv e in Genetica Clinica presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH). Continua a leggere Marta Barranquero Gómez
Numero associato: 3316-CV
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.