Inseminazione artificiale coniugale

Da (embriologa), (ginecologo), (embriologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 29/09/2020

L'inseminazione artificiale coniugale (IAC) o l'inseminazione artificiale omologa (HAI) è un tipo di inseminazione artificiale in cui viene utilizzato lo sperma del partner o del marito.

L'IAC è una delle tecniche di riproduzione assistita più semplici e meno invasive disponibili, e quindi il suo costo è basso. Ogni ciclo IAC costa circa 600-1000€.

Il suo tasso di successo non è molto elevato, circa il 10% delle nascite per ciclo. Tuttavia, il tasso cumulativo dell'IAC può aumentare a circa il 50% dopo quattro tentativi.

Requisiti e indicazioni

In generale, l'inseminazione artificiale tramite matrimonio è raccomandata per le giovani coppie con una lieve causa di infertilità che, dopo un anno di sesso non protetto, non hanno ancora raggiunto la gravidanza.

Affinché il trattamento abbia successo, si raccomanda che la donna non abbia più di 36 anni e che la sua riserva ovarica sia buona. Inoltre, è essenziale che le tube di Falloppio siano permeabili e che lo sperma del maschio sia di qualità accettabile.

Di seguito, commenteremo le indicazioni più comuni dell'IAC:

  • Donne con disturbi del ciclo mestruale
  • Problemi di anovulazione, come nella sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)
  • Endometriosi lieve o moderata
  • Sterilità femminile dovuta al fattore cervicale
  • Impossibilità di depositare sperma nella vagina: vaginismo, disfunzione erettile, eiaculazione retrograda, ecc.
  • Fattore maschile lieve: oligozoospermia, astenozoospermia, ecc.
  • Sterilità immunitaria: anticorpi anti sperma, allergia allo sperma, ecc.
  • Sterilità di origine sconosciuta
  • Coppie serodiscordanti

Potete leggere maggiori a questo proposito qui: Requisiti di base per l'inseminazione artificiale intrauterina.

Com'è il processo IAC?

Come abbiamo già detto, la procedura dell'inseminazione artificiale è molto semplice e consiste nelle diverse fasi:

Stimolazione ovarica controllata
viene eseguita una leggera stimolazione in modo che si sviluppino solo uno o due follicoli ovarici.
Capacitazione dello sperma
l'uomo dà un campione di sperma ottenuto con la masturbazione il giorno dell'inseminazione artificiale. Questo campione di sperma viene elaborato in laboratorio per rimuovere il plasma seminale e mantenere solo lo sperma mobile progressivo.
Inseminazione artificiale
circa 36 ore prima dell'inseminazione, alla donna viene somministrato un farmaco per indurre l'ovulazione. Poi, il giorno dell'inseminazione, lo sperma condensato della coppia viene introdotto nell'utero della donna con una cannula per l'inseminazione.

Se desiderate informazioni più dettagliate sulle fasi dell'inseminazione artificiale, potete consultare questo articolo: Come fare un'inseminazione artificiale passo dopo passo?

Tassi di successo

Essendo uno dei più semplici trattamenti di riproduzione assistita, anche i tassi di successo dell'inseminazione artificiale non sono molto elevati.

Secondo l'ultimo rapporto pubblicato dalla Società Spagnola di Fertilità (SEF) con i risultati dei centri spagnoli di riproduzione assistita per il 2016, i tassi di successo della IAC sono stati i seguenti:

Tasso di gravidanza
13% (gravidanze da inseminazione)
Tasso di parto
10% (nascita da inseminazione)
Tasso di natalità unico
90.5% (nascite singole per numero di nascite totali)
Tasso di natalità multiplo
9.5% (nascite multiple per numero totale di nascite)
Tasso di aborto
18.5% (aborti per numero di gravidanze)

Uno dei fattori più importanti che determinano il successo dell'inseminazione artificiale è l'età della donna. Più giovane è la donna, più alto è il tasso di gravidanza e il tasso di parto.

Se si ottiene un risultato negativo con il primo ciclo di IAC, è consigliabile eseguire un altro ciclo per aumentare la probabilità di successo, poiché gli IAC hanno un tasso di gravidanza cumulativo del 50-60% dopo 4 tentativi.

Come ci dice il Dr. Gorka Barrenetxea:

Nelle inseminazioni artificiali c'è un tasso di successo cumulativo, può essere del 60% nelle inseminazioni coniugali, può essere dell'80% nelle inseminazioni di sperma di donatori, dopo 4 o 6 tentativi.

Logicamente, il tasso cumulativo è l'informazione che dobbiamo dare alla donna quando inizia un trattamento di inseminazione. Guarda, faremo questo trattamento che consiste in questa procedura, le tue possibilità di gravidanza per ciclo sono tante, ma in 4 tentativi questa è la possibilità di gravidanza che hai. Dovete sapere che alcune rimangono incinte la prima volta, altre rimangono incinte la quarta volta, e una percentuale non rimane incinta nemmeno dopo 4 tentativi.

Nel caso della IAC, un quinto ciclo di inseminazione non è raccomandato perché i tassi di gravidanza non aumentano più. Queste coppie dovranno ricorrere alla fecondazione in vitro (FIVET) per avere maggiori possibilità di diventare genitori. Se avete bisogno di maggiori informazioni sulle percentuali di successo di IAC, potete consultare questo articolo: Risultati dell'inseminazione artificiale.

Quanto costa?

Rispetto al resto delle tecniche di riproduzione assistita, la IAC è la più economica. Il suo prezzo varia tra i 700 e i 1.100 euro, anche se questo dipende dalla clinica e dalla città in particolare.

Va inoltre notato che il prezzo dei farmaci per la stimolazione ovarica e la preparazione dell'endometrio di solito non è incluso nel budget dell'IAC. Ciò può comportare un costo aggiuntivo di circa 100-600€.

Pertanto, è molto importante confrontare diverse citazioni tra le cliniche e risolvere tutti i possibili dubbi prima di iniziare qualsiasi trattamento. Alcune cliniche offrono sconti per le seconde prove o altre promozioni.

Domande più frequenti

Quali sono le fasi principali del processo di IA?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

I processi di inseminazione artificiale da parte del marito e del donatore sono quasi gli stessi. I passi principali sono i seguenti:

  • Stimolazione ovarica gentile
  • Induzione dell'ovulazione
  • Scongelamento del campione di sperma del donatore e formazione dello sperma (se non è già stato formato) I campioni dei donatori sono solitamente congelati quando vengono addestrati.
  • Inseminazione (introduzione del campione di sperma)
  • Test di gravidanza

Al seguente link potete leggere ulteriori informazioni sui passi principali: Procedimiento dell' inseminazione artificiale.
Continua a leggere

L'inseminazione artificiale nelle coppie sierodiscordanti è la stessa che nelle coppie sane?

Da Sara Salgado (embriologa).

No. Se uno dei partner è affetto da HIV, è necessario adottare una serie di misure preventive. Per questo motivo, le tecniche di riproduzione assistita devono essere eseguite in un centro specializzato che dispone di un laboratorio separato per i campioni infettivi.

Se l'uomo è il portatore dell'HIV, lo sperma deve essere lavato per garantire che non ci sia pericolo di infezione della malattia durante la gravidanza, sia per la madre che per il bambino.

Se è la donna che ha l'HIV, è necessario fare un esame del sangue per vedere la carica virale e il numero di linfociti CD4 disponibili. Se la carica virale è bassa o non rilevabile e i linfociti sono elevati, allora la CAI può essere fatta. La donna dovrà assumere farmaci antiretrovirali e avere un follow-up attento e specializzato per tutta la gravidanza.

Per ulteriori informazioni su questo argomento, potete leggere qui: Gravidanza con l'HIV.

Si può fare un'inseminazione artificiale senza il consenso del coniuge?

Da Sara Salgado (embriologa).

Non è possibile. Se la donna è sposata, è necessario il consenso suo e del marito per poter effettuare il trattamento di riproduzione assistita, sia che si tratti di inseminazione artificiale che di fecondazione in vitro.

L'unico caso in cui il consenso dell'uomo non sarebbe richiesto sarebbe se fossero separati e lei utilizzasse lo sperma del donatore, poiché egli non sarebbe considerato il padre legale del bambino e non avrebbe alcuna responsabilità nei suoi confronti.

Lettura consigliata

Se volete saperne di più sul trattamento di inseminazione artificiale, vi consigliamo di accedere al seguente post: Vantaggi e svantaggi dell'inseminazione artificiale.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Ibérico G, Vioque J, Ariza N, Lozano JM, Roca M, Llàcer J, Bernabeu R (2004). Analysis of factors influencing pregnancy rates in homologous intrauterine insemination. Fertil Steril;81:1308 – 1313.

Sociedad Española de Fertilidad. Registro Nacional de Actividad 2016-Registro SEF (ver)

The ESHRE Capri Workshop Group (2009). Intrauterine insemination. Human Reproduction Update; 15 (3): 265–277.64

Domande più frequenti: 'Quali sono le fasi principali del processo di IA?', 'L'inseminazione artificiale nelle coppie sierodiscordanti è la stessa che nelle coppie sane?' e 'Si può fare un'inseminazione artificiale senza il consenso del coniuge?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

 Andrea  Rodrigo
Andrea Rodrigo
Embriologa
Laureato in Biotecnologie presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV) con un Master in Biotecnologie della Riproduzione Umana Assistita, insegnato dall'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Corso di specializzazione in Genetica Medica. Continua a leggere Andrea Rodrigo
Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Ginecologo
Laurea in Medicina e Chirurgia all'Università di Navarra. Dottorato in Medicina e Chirurgia presso l'Università dei Paesi Baschi/Euskal Herriko Unibertsitatea. Specialista in Ginecologia e Ostetricia (MIR). Ha più di 30 anni di esperienza ed è professore ordinario all'Università dei Paesi Baschi. È anche professore al Master in Fertilità Umana presso l'Università Complutense di Madrid. Vicepresidente del SEF. Continua a leggere Dr. Gorka Barrenetxea Ziarrusta
Numero associato: 484806591
 Sara Salgado
Sara Salgado
Embriologa
Laureato in Biochimica e Biologia Molecolare presso l'Università dei Paesi Baschi (UPV/EHU), con un Master in Riproduzione Umana Assistita dell'Università Complutense di Madrid (UCM). Esperto universitario in Tecniche diagnostiche genetiche dell'Università di Valencia (UV). Continua a leggere Sara Salgado
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.