Cos’è il time-lapse? – Miglioramento dello sviluppo embrionale in vitro

Da (embriologo senior), (embriologo clínico senior), (ginecologo), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 28/09/2020

La tecnologia time-lapse applicata al campo della riproduzione assistita viene utilizzata per migliorare i risultati delle tecniche di fecondazione in vitro (FIVET). Il vantaggio principale che offre è che permette l'analisi dello sviluppo embrionale completo per mezzo di video, senza toglierli dall'incubatrice. In questo modo, possiamo selezionare gli embrioni che hanno più probabilità di impiantarsi e di rimanere incinta. Alcuni dei sistemi time-lapse più utilizzati sono Embryoscope ed Eeva.

Cos'è la tecnologia time-lapse?

Il time-lapse è una tecnica fotografica che consiste nel creare video a partire da una serie di fotografie scattate a determinati intervalli di tempo. In questo modo, l'evoluzione che avviene in certi processi molto lenti e impercettibili all'occhio umano può essere meglio apprezzata, in quanto permette di vederli più rapidamente e nella loro totalità.

Uno dei progressi più notevoli degli ultimi anni nel campo della riproduzione assistita è stata l'applicazione di questa tecnologia all'analisi dello sviluppo embrionale.

Si basa sullo scattare fotografie di tutti gli embrioni della paziente in tempi diversi (ogni 10 o 20 minuti, per esempio) e su piani diversi. Da queste immagini vengono creati dei video che permettono di vedere l'intero sviluppo di ogni embrione separatamente o più di uno alla volta.

Pertanto, grazie alla tecnologia time-lapse, possiamo vedere cosa succede in tutte le fasi dello sviluppo degli embrioni: da subito dopo l'iniezione intracitoplasmatica degli spermatozoi (ICSI) fino al momento che precede il trasferimento, il congelamento o lo scarto.

Vantaggi rispetto alla coltivazione tradizionale

Uno dei punti più importanti nei trattamenti di riproduzione assistita è la selezione degli embrioni da trasferire. La possibilità di scegliere correttamente quelli che hanno più probabilità di essere implementati sarà un fattore determinante per le possibilità di successo del ciclo.

Tradizionalmente, la valutazione degli embrioni è stata effettuata tenendo conto solo dei parametri morfologici. In altre parole, è stata valutata solo la forma o l'aspetto degli embrioni in un determinato momento della giornata.

Alcuni dei parametri morfologici analizzati sono: dimensione e simmetria delle cellule, numero di cellule, percentuale di frammentazione... Nel seguente link potete trovare ulteriori informazioni su queste caratteristiche: Come vengono classificati gli embrioni?

Il limite principale del metodo tradizionale è che gli embrioni vengono valutati solo in determinati stadi di sviluppo. Pertanto, da un processo molto dinamico si ottengono solo informazioni statiche. Ciò implica che si perdono informazioni fondamentali sull'evoluzione embrionale.

Inoltre, non è consigliabile eseguire molte valutazioni al microscopio convenzionale, poiché è necessario rimuovere gli embrioni dall'incubatrice e la loro vitalità è compromessa.

Grazie alla tecnologia time-lapse, è possibile monitorare tutto lo sviluppo embrionale senza rimuovere gli embrioni dall'incubatrice e, quindi, senza alterare le loro condizioni ideali di coltura.

Quali sono i parametri morfocinetici?

Lo sviluppo di questa tecnologia ha portato alla nascita di una grande quantità di nuove informazioni che non potevano essere accessibili con la tradizionale valutazione al microscopio.

Inoltre, fornisce anche gli orari esatti in cui si verificano determinati cambiamenti morfologici nell'embrione. L'applicazione del tempo alla valutazione morfologica ha portato alla nascita di una nuova scienza: la morfocinetica.

Alcuni dei parametri morfocinetici sono, ad esempio, l'ora esatta in cui avviene la divisione a cinque celle o l'inizio della trasformazione in blastocisti.

La maggior parte dei sistemi time-lapse hanno un algoritmo con il quale, dalla raccolta di questi dati, sono in grado di prevedere quali embrioni hanno più probabilità di essere impiantati.

Pertanto, grazie a questo metodo non invasivo di selezione embrionale, possiamo distinguere quali embrioni hanno più probabilità di rimanere incinta analizzando questi parametri morfocinetici predittivi dell'impianto.

Tipi di sistemi time-lapse

I sistemi time-lapse più comuni attualmente sul mercato possono essere classificati in due gruppi:

  • Incubatori con sistemi di imaging integrati EmbryoScope®, Geri®, Miri®, CCM (Sistema di monitoraggio delle colture cellulari).
  • Sistemi di imaging separati che vengono collocati in incubatrici convenzionali: Primo Vision™, Eeva™.

Ognuno di questi tipi ha alcuni vantaggi o caratteristiche particolari, come la qualità del sistema di immagini, gli algoritmi di selezione che utilizza o i dati che offre.

Ad esempio, l'EmbryoScope® fornisce anche informazioni sul consumo di ossigeno embrionale, che possono contribuire a migliorare la selezione degli embrioni.

Migliori tassi di successo

Avere maggiori informazioni sullo sviluppo embrionale permette una selezione più precisa degli embrioni da trasferire e di migliorare i tassi di impianto per ogni embrione trasferito.

Questo miglioramento favorisce un maggior numero di trasferimenti di singoli embrioni senza compromettere i risultati dei trattamenti, riducendo così il rischio di gravidanze multiple.

Diversi studi si sono concentrati sul valutare se i sistemi time-lapse forniscono miglioramenti nei tassi di successo dei trattamenti di riproduzione assistita. Recenti ricerche hanno dimostrato che questa tecnologia migliora i tassi di gravidanza.

Tuttavia, sono ancora necessari ulteriori studi per confermare questi risultati. Inoltre, si deve anche valutare se questi miglioramenti sono dovuti all'ottimizzazione delle condizioni di coltura, al miglioramento della selezione degli embrioni o ad una combinazione di entrambi.

Non c'è dubbio che la tecnologia time-lapse ha un grande potenziale, sia per migliorare i risultati dei trattamenti di FIVET che per fornire nuove conoscenze nel campo dell’embriologia.

Domande più frequenti

Quali sono i vantaggi delle incubatrici Time-Lapse?

Da Dr. Emilio Gómez Sánchez (embriologo senior).

Le incubatrici time-lapse hanno una tecnologia di cattura delle immagini che ci permette di generare una pellicola dell'intero sviluppo degli embrioni, in modo da poter analizzare la cinetica embrionale.

Questo ci permette di osservare la divisione degli embrioni senza rimuovere gli embrioni dall'incubatrice in qualsiasi momento, in modo che non siano soggetti alle variazioni di temperatura che si verificano durante questo processo. Questo miglioramento delle condizioni di coltura favorisce il raggiungimento dello stadio di blastocisti da parte di un numero maggiore di embrioni.

La tecnologia time-lapse ci permette di migliorare la selezione degli embrioni, poiché non solo ci baseremo sull'osservazione specifica nei giorni 1, 2, 3 e 5 dello sviluppo, ma avremo anche informazioni su tutto ciò che è accaduto durante lo sviluppo dell'embrione, i tempi e il modo in cui questi processi si sono svolti. Questo ci facilita la scelta dell'embrione da trasferire all'utero.

Ci sono differenze nelle percentuali di successo tra le incubatrici con il sistema time-lapse integrato e i sistemi di imaging stand-alone?

Da Dr. Mark P. Trolice (ginecologo).

Le incubatrici time-lapse sono diventate molto popolari sin dalla loro prima applicazione. Tuttavia, sia il time-lapse che altri sistemi di imaging permettono di vedere solo come avviene lo sviluppo embrionale.

Anche se sono in grado di prevedere lo sviluppo embrionale dalla scissione allo stadio di blastocisti, la tecnologia time-lapse non ha ancora dimostrato di aumentare le percentuali di successo rispetto alle incubatrici FIVET tradizionali.

Posso vedere il video dei miei embrioni?

Da Rebeca Reus (embriologa).

Sì, una volta completato il trattamento, la vostra clinica vi fornirà un video dello sviluppo dei vostri embrioni. Alcuni laboratori permettono anche ai pazienti di vedere lo sviluppo embrionale in tempo reale da casa.

Se vedete un embrione di scarsa qualità nel video, non verrà trasferito?

Da Rebeca Reus (embriologa).

Tenendo conto del suo aspetto e della sua evoluzione, l'embriologo valuterà le probabilità di impianto. Anche se gli embrioni di scarsa qualità hanno meno probabilità di rimanere incinta, alcuni sono in grado di farlo. Pertanto, se l'embriologo ritiene che ci sia una possibilità che lo faccia e non c'è nessun altro embrione di migliore qualità disponibile, quell'embrione può essere trasferito.

È più costoso far crescere i miei embrioni in queste incubatrici?

Da Rebeca Reus (embriologa).

Attualmente, il principale svantaggio della tecnologia time-lapse è che il costo della coltura di embrioni in incubatrici con questo sistema è più alto rispetto a quelle convenzionali. Pertanto, il prezzo dei trattamenti FIVET può essere aumentato se si utilizza questa tecnologia. L'aumento del prezzo sarà determinato da ogni clinica.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Alpha scientists in reproductive medicine and ESHRE special interest group of embryology: The Istanbul consensus workshop on embryo assessments: proceedings of an expert meeting. Hum Reprod 2011, 26:1270–1283.

Borini A, Lagalla C, Cattoli M, Sereni E, Sciajno R, Flamigni C, Coticchio G: Predictive factors for embryo implantation potential. Reprod Biomed Online 2005, 10:653–668.

Chamayou S, Patrizio P, Storaci G, Tomaselli V, Alecci C, Ragolia C, Crescenzo C, Guglielmino A: The use of morphokinetic parameters to select all embryos with full capacity to implant. J Assist Reprod Genet 2013, 30:703–710.

Conaghan J, Cjhen AA, Willman SP, Ivani K, Chenette PE, Boostanfar R, Baker VL, Adamson GD, Abusief ME, Gvakharia M, Loewke KE, Shen S: Improving embryo selection using a computer-automated time-lapse image analysis test plus day 3 morphology: results from a prospective multicenter trial. Fertil Steril 2013, 100:412–419.

Kahraman S, Cetinkaya M, Pirkevi C, Yelke H, Kumtepe Y: Comparison of blastocyst development and cycle outcome in patients with eSET using either conventional or time lapse incubators. A prospective study of good prognosis patients. J Reprod Stem Cll Biotechnol 2012, 3(2):55–61

Kaser DJ, Racowsky C: Clinical outcomes following selection of human preimplantation embryos with time-lapse monitoring: a systematic review. Hum Reprod Update 2014, 20:617–631.

Kirkegaard K, Agerholm IE, Ingerslev HJ: Time-lapse monitoring as a tool for clinical embryo assessment. Hum Reprod 2012, 27:1277–1285.

Kirkegaard K, Hindkjaer JJ, Grondahl ML, Kesmodel US, Ingerslev HJ: A randomized clinical trial comparing embryo culture in a conventional incubator with a time-lapse incubator. J Assist Reprod Genet 2012, 29:565–572.

Kirkegaard K, Kesmodel US, Hindkjaer JJ, Ingerslev HJ: Time-lapse parameters as predictors of blastocyst development and pregnancy outcome in embryos from good prognosis patients: a prospective cohort study. Hum Reprod 2013, 28:2643–2651.

Kovacs: Embryo selection: the role of time-lapse monitoring. Reproductive Biology and Endocrinology 2014 12:124.

Lemmen JG, Agerholm I, Ziebe S: Kinetic markers of human embryo quality using time-lapse recordings of IVF/ICSI-fertilized oocytes.

McLernon DJ, Harrild K, Bergh C, Davies MJ, de Neubourg D, Dumoulin JC, Gerris J, Kremer JA, Martikainen H, Mol BW, Norman RJ, Thurin-Kjellberg A, Tiitinen A, van Montfoort AP, van Peperstraten AM, Van Royen E, Bhattacharya S: Clinical effectiveness of elective single versus double embryo transfer: meta-analysis of individual patient data from randomized trials. BMJ 2010, 341:6945.

Meseguer M, Herrero J, Tejera A, Hilligsoe KM, Ramsing N, Remohi J: The use of morphokinetics as a predictor of embryo implantation. Hum Reprod 2011, 26:2658–2671.

Meseguer M, Rubio I, Cruz M, Basile N, Marcos J, Requena A: Embryo incubation and selection in a time-lapse system improves pregnancy outcome compared with standard incubator: a retrospective cohort study. Fertil Steril 2012, 98:1481–1491.

Mio Y, Maeda K: Time-lapse cinematography of dynamic changes occurring during in vitro development of human embryos. Am J Obstet Gynecol 2008, 199:660.e1–660.e5.
Practice Committee of the Society for Assisted Reproductive Technology and Practice Committee of the American Society for Reproductive Medicine: Elective single-embryo transfer. Fertil Steril 2012, 97:835–842.

Pribenszky C, Mátyás S, Kovács P, Losonczi E, Zádori J, Vajta G: Case report: pregnancy achieved by transfer of a single blastocyst selected by time-lapse monitoring. Reprod Biomed Online 2010, 21:533–536

Rubio I, Galán A, Larreategui Z, Ayerdi F, Bellver J, Herrero J, Meseguer M: Clinical validation of embryo culture and selection by morphokinetic analysis: a randomized, controlled trial of the EmbryoScope. Fertil Steril 2014, 102(5):1287-1294.e5

Rubio I, Kuhlmann R, Agerholm I, Kirk J, Herrero J, Escriba M-J, Bellver J, Meseguer M: Limited implantation success of direct-cleaved human zygotes: a time-lapse study. Fertil Steril 2012, 98:1458–1463.

van Montfoort AP, Dumoulin JC, Kester AD, Evers JL: Early cleavage is a valuable addition to existing embryo selection parameters: a study using single embryo transfers. Hum Reprod 2004, 19:2103–2108.

Wong C, Chen AA, Behr B, Shen S: Time-lapse microscopy and image analysis in basic and clinical embryo development research. Reprod Biomed Online 2013, 26:120–129.

Domande più frequenti: 'Quali sono i vantaggi delle incubatrici Time-Lapse?', 'Ci sono differenze nelle percentuali di successo tra le incubatrici con il sistema time-lapse integrato e i sistemi di imaging stand-alone?', 'Posso vedere il video dei miei embrioni?', 'Se vedete un embrione di scarsa qualità nel video, non verrà trasferito?' e 'È più costoso far crescere i miei embrioni in queste incubatrici?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

Dr. Emilio  Gómez Sánchez
Dr. Emilio Gómez Sánchez
Embriologo Senior
Laurea in Biologia all'Università di Siviglia. Ha un dottorato di ricerca in Biologia dell'Università di Valencia. Ha una vasta esperienza come embriologo specializzato in Medicina della Riproduzione ed è attualmente direttore del laboratorio di FIVET a Tahe Fertilidad. Continua a leggere Dr. Emilio Gómez Sánchez
Numero associato: 14075-MU
 José Muñoz Ramírez
José Muñoz Ramírez
Embriologo Clínico Senior
Laurea in Biologia all'Università di Malaga. Ha un Master in Genetica dell'Università di Alcalá e un Master in Riproduzione Assistita dell'Università di Valencia. Lavora come embriologo clinico nella clinica Tambre, oltre ad essere professore associato presso l'Università di Murcia. Continua a leggere José Muñoz Ramírez
Numero associato: 18454-M
Dr. Mark P. Trolice
Dr. Mark P. Trolice
Ginecologo
Dottore in Medicina, specializzato in Ginecologia e Ostetricia, della Rutgers Robert Wood Johnson Medical School nel New Jersey (USA). Professore associato presso il Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia della University of Central Florida College of Medicine. Direttore della Clinica Fertility Care: The IVF Center. Titolo di Top Doctor in America. Continua a leggere Dr. Mark P. Trolice
 Rebeca Reus
Rebeca Reus
Embriologa
Laureato in Biologia Umana (Biomedicina) presso l'Universitat Pompeu Fabra (UPF), con un Master ufficiale in Laboratorio di Analisi Clinica dell'UPF e un Master in Basi Teoriche e Procedure di Laboratorio di Riproduzione Assistita dell'Universidad de Valencia (UV). Continua a leggere Rebeca Reus
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.