Il primo mese di gravidanza: primi sintomi e cure nella madre

Da (ginecologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 21/09/2020

Il primo mese di gravidanza è speciale, perché è il momento in cui una donna scopre che sta per diventare madre. Anche se fisicamente non si nota ancora, alla fine di questo primo mese si cominciano a sentire i sintomi iniziali ed è possibile fare un test di gravidanza.

La gravidanza inizia con la fecondazione dell'ovulo da parte dello sperma. Dopo di che si forma lo zigote (embrione monocellulare), che si evolverà in una blastocisti nei primi giorni di sviluppo embrionale.

Quando l'embrione raggiunge l'utero nello stadio di blastocisti, circa 7-8 giorni dopo il concepimento, si verifica un evento rilevante che segna l'inizio della gestazione: l 'impianto dell'embrione.

Di seguito trovate un indice con i 5 punti che tratteremo in questo articolo.

Cosa succede nel primo mese di gravidanza?

La gravidanza è un lungo processo di 40 settimane in cui la donna, e naturalmente il feto, subisce un gran numero di importanti cambiamenti.

Prima di iniziare a parlare delle settimane di gravidanza, va notato che sia i ginecologi che altri professionisti della riproduzione umana iniziano a contare le settimane di gravidanza dall'inizio del ciclo mestruale.

Questo perché è difficile segnare il momento esatto della fecondazione. Pertanto, il primo giorno di gravidanza è considerato coincidente con la data dell'ultima mestruazione in una gestazione di 40 settimane.

Tuttavia, bisogna tener conto del fatto che alcuni considerano che la prima settimana di gravidanza è quella in cui la fecondazione dell'embrione avviene dopo il rapporto sessuale, cioè dall'esistenza di un embrione.

Una gravidanza dura circa 40 settimane dall'inizio dell'ultimo ciclo mestruale al momento del parto. È importante notare che, durante la prima e la seconda settimana, la donna non è ancora incinta.

In questo articolo si parlerà delle settimane di gravidanza come fanno gli specialisti della riproduzione e dell'ostetricia, considerando la prima settimana di gravidanza dalla data dell'ultimo ciclo mestruale (LMP).

Prima settimana di gravidanza

Come abbiamo detto, il primo giorno di gravidanza è considerato il primo giorno dell'ultima mestruazione in modo che tutte le ginecologhe possano avere un consenso quando si contano le settimane di gravidanza.

Pertanto, la prima settimana di gravidanza coincide con la settimana in cui una donna sperimenta l'ultima emorragia mestruale prima della gravidanza.

In questa prima settimana non succede niente di speciale, perché il concepimento non ha ancora avuto luogo. Tuttavia, il sistema riproduttivo femminile comincia a prepararsi a questo:

Le ovaie
rispondono agli ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria, FSH e LH, e cominciano a sviluppare i follicoli ovarici al loro interno. Anche gli ormoni sessuali, in particolare gli estrogeni, cominciano ad essere secreti.
L'endometrio
inizia a proliferare di nuovo e ad aumentare il suo spessore grazie all'azione degli estrogeni sull'utero.

Settimana 2 di gravidanza

Durante la seconda settimana di gravidanza si verificano due eventi importanti prima del concepimento dell'embrione:

Reclutamento e selezione dei follicoli
di tutti i follicoli primari che avevano iniziato a maturare nell'ovaia, solo uno si svilupperà pienamente grazie alla sua maggiore reattività all'ormone FSH.
Ovulazione
questo follicolo primario dominante diventa un follicolo di Graafian che alla fine si rompe quando l'ormone LH aumenta e di conseguenza espelle un uovo maturo nelle tube di Falloppio.

I restanti follicoli primari che avevano cominciato a svilupparsi si fermano e diventano attratti dall'ovaio. D'altra parte, il follicolo di Graaf diventa un corpo luteo dopo l'ovulazione e secerne progesterone. L'endometrio continua ad addensarsi grazie all'azione degli estrogeni e del progesterone, e si prepara per il futuro impianto embrionale.

L'ovulazione può avvenire alla fine della seconda settimana o all'inizio della terza settimana di gravidanza, a seconda del ciclo mestruale della donna. Approssimativamente, l'ovulazione avviene al 14° giorno del ciclo se la donna è regolare. Questi sono i cosiddetti giorni fertilidove la probabilità di rimanere incinta è più alta.

Settimana 3 di gravidanza

Durante questa terza settimana, il concepimento avviene in realtà quando l'ovulo, che si trova nelle tube di Falloppio, viene fecondato da uno spermatozoo.

A questo punto avviene la fusione del materiale genetico materno e paterno, dando origine allo zigote, e inizia lo sviluppo embrionale. Lo zigote si divide ogni giorno e aumenta di numero man mano che si sposta verso l'utero.

Alla fine della terza settimana di gestazione, l'embrione si è evoluto in una blastocisti, uno stadio embrionale composto da due parti cellulari:

  • Il trofoectoderma o trofoblasto, che in seguito formerà la placenta.
  • La massa cellulare interna, che darà origine agli organi e ai tessuti del feto.

Anche se la fecondazione avviene nelle tube di Falloppio all'inizio della terza settimana, l'embrione viaggia verso l'utero durante i primi giorni per aderire all'endometrio e formare il sacco gestazionale. Questo è il posto che il feto occuperà durante i restanti mesi di gestazione fino alla nascita.

Settimana 4 di gravidanza

L'impianto consiste nell'adesione e nell'invasione dell'embrione nell'endometrio, che è lo strato che ricopre l'interno della cavità uterina. L'embrione inizierà quindi la sua specializzazione cellulare, che lo porterà al suo pieno sviluppo.

I primi cambiamenti che avvengono con l'impianto dell'embrione sono i seguenti:

Formazione della placenta
il trofoblastocisti è differenziato in due strati: il cytrotrotrophoblast e il synthotrophoblast. Quest'ultimo perforerà l'endometrio in modo che il citofoblasto possa formare la placenta.
Sviluppo dell'embrione
la massa cellulare interna è divisa in due gruppi di cellule differenziate: l'epiblasto e l'ipoblasto. Questi due strati formano un disco appiattito, il disco germinativo bilamellare, dal quale si origineranno i tre strati germinativi (ectoderma, endoderma e mesoderma), dando origine ai diversi tessuti e organi dell'embrione nel secondo mese di gravidanza.

Dopo l'impianto, il trofoectoderma inizia a rilasciare l'ormone beta-hCG, unico nel suo genere in gravidanza, che è il principale responsabile dei primi sintomi della gravidanza, come nausea, gonfiore addominale, dolore al ventre, seno gonfio, ecc.

Inoltre, l'ormone beta-hCG è responsabile di un test di gravidanza positivo alla fine della quarta settimana di gravidanza.

Normalmente la donna non sospetta di essere incinta prima di questa settimana 4, dato che le mestruazioni ritardate non sono ancora avvenute. Proprio l'assenza di mestruazioni e altri piccoli sintomi di cui abbiamo già parlato (vertigini, aumento del desiderio di urinare, nausea, ecc.) saranno quelli che ci faranno sentire la gravidanza.

Cura nel primo mese di gravidanza

Sia le donne in cerca di una gravidanza che quelle che hanno appena ricevuto la notizia che stanno aspettando un bambino devono iniziare a prendersi cura del proprio corpo e del proprio stile di vita.

Da questo momento in poi, la futura madre sperimenterà cambiamenti fisici come l'espansione della pancia, l'ingrandimento del seno, ecc. Inoltre, sorgono nuove emozioni e percezioni che possono influenzare anche il feto.

Pertanto, queste raccomandazioni che ci accingiamo a commentare aiutano molto a mantenere una gravidanza sana e favoriscono la nascita di un bambino sano con il giusto peso.

Alimentazione sana ed equilibrata

Le donne in gravidanza hanno bisogno di avere una dieta molto completa e ricca di proteine, vitamine e minerali, poiché l'alimentazione del feto dipenderà completamente da essa, così come l'apporto di ossigeno.

In particolare, le donne in gravidanza dovrebbero iniziare a prestare attenzione ai seguenti alimenti e input nutrizionali:

Acido Folico
è una vitamina essenziale per la formazione del bambino perché aiuta a prevenire i difetti alla nascita del tubo neurale (sistema nervoso futuro), che comincia a formarsi nelle prime settimane. Le verdure a foglia verde e i legumi forniscono al corpo acido folico. Idealmente, si dovrebbe prendere un supplemento di 400 mg di acido folico al giorno.
Latteria
un maggiore apporto di calcio è necessario per il corretto sviluppo del sistema nervoso e muscolare del bambino. Il calcio è importante anche per prevenire l'ipertensione o la preeclampsia nelle donne in gravidanza. Si consiglia di bere latte scremato o parzialmente scremato, yogurt e formaggio semistagionato.
Alimenti ricchi di ferro
questo minerale è importante per prevenire l'anemia. Il ferro fa parte dell'emoglobina, necessaria per trasportare l'ossigeno al feto. Carne, pesce e uova in modo equilibrato sono una buona fonte di ferro, vitamine e acidi omega-3.
Aumento dell'apporto di fibre
frutta, verdura e cereali dovrebbero essere consumati quotidianamente.
Moderati carboidrati e grassi
gli alimenti ad alto contenuto calorico dovrebbero essere evitati. Ad esempio, torte e focacce con molto zucchero, in quanto possono causare il diabete, e grassi saturi che aumentano il colesterolo.
Alimenti da evitare
alcool e caffè. Si tratta di sostanze tossiche che possono influenzare lo sviluppo del feto e aumentare il rischio di aborto.
Prevenzione contro la toxoplasmosi e la listeriosi
lavare frutta e verdura prima del consumo, non mangiare carne cruda, pesce e frutti di mare, evitare uova poco cotte e formaggio non pastorizzato, ecc.

All'inizio della gravidanza può essere un po' difficile adattarsi a questo nuovo stile di vita. Si consiglia quindi alle donne incinte di unirsi a gruppi di sostegno in cui possano porre tutte le loro domande e ottenere il sostegno di altre donne nella stessa situazione.

Buone abitudini di vita

Un'altra raccomandazione molto importante per le donne in gravidanza è quella di smettere immediatamente di fumare. La nicotina contenuta nel tabacco influenza il trasporto di ossigeno attraverso la placenta al feto, che può portare a malattie bronchiali nel futuro bambino.

Se avete bisogno di prendere farmaci per una condizione come un'infezione delle urine o l'influenza, è importante verificare con il vostro medico quali sono i farmaci giusti per voi.

In generale, le sostanze che possono essere dannose per il feto devono essere evitate. In caso di lavoro in un ambiente che comporta la manipolazione di prodotti tossici o compiti a rischio per la gravidanza, la donna dovrà consultare la possibilità di avere il congedo durante tutta la gravidanza.

Lo sport

Se una donna pratica sport ad alta intensità, dovrebbe iniziare a moderare la sua attività fisica in questo momento. Sport come il Pilates, lo yoga o il nuoto sono una buona opzione sia per le donne che amano mantenere il loro corpo in forma, sia per quelle che di solito non fanno sport.

È importante non rinunciare completamente all'attività fisica durante la gravidanza. È anche possibile fare passeggiate giornaliere per fare esercizio fisico e aiutare a rilassare il corpo.

Inoltre, è consigliabile riposare per tutto il tempo di cui la donna ha bisogno, mantenere buone abitudini di sonno, andare a letto e alzarsi alla stessa ora ogni giorno, ecc. In generale, tutto ciò che aiuta una donna a sentirsi bene con se stessa durante la gravidanza.

Domande più frequenti

Quanto dura l'embrione nel primo mese di gravidanza?

Da Carmen Ochoa Marieta (ginecologa).

Potrebbe avere due settimane di vita.

Che senso ha parlare della prima settimana di gravidanza se non c'è ancora stata la fecondazione? Perché si conta dall'ultima mestruazione?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Viene conteggiato a partire dall'ultima mestruazione per determinare con maggiore precisione il momento della gravidanza, poiché la donna sa esattamente quando arriva il ciclo, ma non c'è modo di sapere quando avviene effettivamente la fecondazione.

La verità è che è un po' strano parlare di settimane di gravidanza quando la fecondazione non ha avuto luogo. Ecco perché alcune persone iniziano a contare dal momento in cui percepiscono che la fecondazione è avvenuta, basandosi sul fatto che in un ciclo regolare, la fecondazione avviene circa due settimane dopo il periodo.

Queste variazioni sono ciò che fanno parlare alcuni di 9 mesi di gravidanza e altri di 10 mesi di gravidanza. Tuttavia, è usuale considerare che la gravidanza consiste di 40 settimane dalla data dell'ultima mestruazione.

È normale avere un piccolo sanguinamento vaginale durante il primo mese di gravidanza?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Durante il primo mese di gravidanza può verificarsi una lieve emorragia che non deve essere una preoccupazione. In molte donne, l'emorragia si verifica in seguito all'impianto. Altri hanno una leggera maculatura dovuta semplicemente all'evoluzione embrionale e ai cambiamenti ormonali caratteristici della gravidanza.

Solo se l'emorragia è intensa e continua sarà un motivo per consultare uno specialista.

È vero che il primo mese è il mese in cui è più probabile l'aborto spontaneo?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Sì, gli aborti spontanei tendono a verificarsi più spesso nei primi mesi di gravidanza. Se l'embrione è in grado di evolversi nei primi mesi, di solito può continuare a svilupparsi. Tuttavia, la perdita gestazionale può verificarsi anche in fasi avanzate.

Devo preoccuparmi del gonfiore addominale e del dolore nel primo mese di gravidanza?

Da Zaira Salvador (embriologa).

No, in linea di principio sentire piccoli disagi nella pancia non deve essere un segno di allarme, perché i cambiamenti ormonali che il vostro corpo sta avendo a causa della fecondazione e l'impianto embrionale può causare sintomi come nausea, dolori ovarici, dolori addominali, gonfiore, ecc.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Autori e collaboratori

 Carmen Ochoa Marieta
Carmen Ochoa Marieta
Ginecologa
Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l'Università dei Paesi Baschi, con un dottorato in Medicina e Chirurgia dell'Università di Murcia. Attualmente dirige l'Unità di Riproduzione Assistita presso il Centro di Studi sulla Procreazione (CER SANTANDER) di Santander e l'Unità Diagnostica di Medicina della Riproduzione di Bilbao. Continua a leggere Carmen Ochoa Marieta
Numero associato: 484805626
 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.