Gravidanza di nove mesi: sintomi e sviluppo del bambino

Da (embrióloga) e (invitra staff).
Aggiornato il 13/10/2020

Al nono mese inizia la fase finale della gestazione, che va dalla 33a alla 36a settimana di gravidanza. In questi ultimi giorni, i sintomi della futura mamma sono abbastanza fastidiosi, perché lo sviluppo del bambino è finito e lui o lei è fondamentalmente dedicato ad aumentare di peso.

Il parto può avvenire in qualsiasi momento durante queste settimane, quindi evitate di fare lunghi viaggi o viaggi e osservate eventuali sintomi che possano indicare che il bambino sta per nascere.

Lo sviluppo del bambino

A questo punto della gravidanza, il bambino è molto probabilmente completamente incastrato nel bacino, con la testa sulla cervice. Questa è nota come posizione cefalica. Se non vi mettete in questa posizione nelle prossime settimane, il vostro medico può consigliarvi di programmare un parto cesareo, perché il parto vaginale potrebbe essere complicato se il bambino non è nella posizione ideale.

Sebbene ogni bambino si sviluppi al proprio ritmo, in media un feto di 36 settimane può già misurare quasi 50 cm e pesare tra i 2200 e i 2800 g, poiché è in grado di guadagnare fino a quasi 30 g al giorno.

Le caratteristiche fisiche del feto in questo mese del suo sviluppo sono molto simili a quelle che avrà alla nascita, poiché mancano solo poche settimane.

Il Lanugo si è quasi completamente liberata della pelle del bambino. Questo, insieme all'accumulo di grasso sottostante, già liscio e rosato, lo fa sembrare completamente umano.

Quasi tutti gli organi fetali funzionano perfettamente, come per esempio:

I polmoni
sono già completamente sviluppati e sono in grado di permettere al feto di respirare al di fuori del corpo della madre grazie ai corticoidi secreti dalle ghiandole surrenali.
L'apparato digerente
è in grado di digerire il liquido amniotico e il suo intestino si riempie di meconio.
Il meconio è una sostanza verde e viscosa che si accumula nel colon del feto durante la gravidanza. È la prima materia fecale che il neonato espellerà.

Il corpo della madre comincia a trasmettere l'immunità temporanea al feto attraverso il cordone ombelicale. Questo fornirà protezione da molte malattie infantili.

Cambiamenti nella madre

La situazione della futura madre al nono mese di gravidanza è molto simile a quella delle settimane precedenti. Tuttavia, il disagio è stato accentuato dallo stato avanzato della gravidanza.

Se il bambino ha già adottato la posizione cefalica nell'utero, la madre può notare un certo sollievo, poiché la pressione sullo stomaco è minore. Tuttavia, i piedi si trovano sotto lo sterno, il che rende i calci molto fastidiosi e difficili da respirare. A sua volta, la testa preme forte sulla vescica e aumenta la frequenza della minzione.

Il gonfiore e la ritenzione di liquidi possono essere aggravati se si è anche in una stagione calda. È molto normale notare piedi e caviglie eccessivamente gonfi.

Una lesione molto comune è la sindrome del tunnel carpale. Questa condizione è causata dal gonfiore dei nervi nelle estremità superiori e dall'accumulo di liquidi, che provoca dolore e intorpidimento dei polsi.

È normale che l'ombelico sporga a causa dello stiramento della pelle del ventre. Pochi mesi dopo la nascita, la pelle, i muscoli e l'utero torneranno nella loro posizione normale e l'ombelico sarà riposizionato all'interno dell'addome.

In questo mese di gravidanza, ci si può aspettare di aver guadagnato tra i 10 e i 14 kg di peso, quindi è normale che il mal di schiena, i crampi, il disagio pelvico e la stanchezza si sentano più facilmente. Per alleviare questo disagio è bene eseguire questo tipo di esercizio:

  • Pilates
  • Yoga
  • Nuoto per donne incinte
  • Esercizi di Kegel
  • Tratti di colonna vertebrale

È anche molto comune soffrire di insonnia, poiché le donne hanno bisogno di alzarsi più volte durante la notte per urinare. Inoltre, i cambiamenti ormonali riducono anche il sonno profondo, che è ciò che permette il riposo.

Visite mediche e consigli

Se l'ecografia del terzo trimestre non è stata eseguita prima di questo mese, è logico che venga effettuata durante queste settimane. Questo test di imaging viene solitamente eseguito in modo vaginale e le informazioni che fornisce sono le seguenti:

Fattibilità fetale
è essenziale rilevare e monitorare la frequenza cardiaca e il ritmo fetale per escludere eventuali complicazioni.
Posizione del bambino
a questo punto della gravidanza, il bambino di solito ha già acquisito la posizione cefalica. Il controllo della postura del bambino è molto importante per pianificare il parto.
Fase di maturazione della placenta
una placenta troppo vecchia può causare problemi di ossigenazione e di alimentazione del feto.
Giro del cordone ombelicale
l'avvolgimento del cordone ombelicale deve essere valutato, soprattutto intorno al collo. In tal caso, sarà necessario essere un po' più attenti durante la dilatazione. È importante sapere che si tratta di un evento molto frequente e che non è una grande complicazione, purché sia controllato e gestito in modo professionale.
Quantità di liquido amniotico
il volume di questa sostanza diminuisce con la crescita del bambino. Tuttavia, un calo significativo della quantità di questo liquido può indicare un problema di crescita o un parto prematuro. Ecco perché è importante controllarlo.
Lunghezza della cervice
il controllo delle dimensioni della cervice è molto importante nelle ultime settimane di gravidanza, poiché inizia ad accorciarsi con l'avvicinarsi del momento del parto. La sua misurazione viene utilizzata per prevedere quanto sia vicina la nascita.

Al 9° mese di gravidanza, i controlli diventano di solito più frequenti, soprattutto nelle ultime settimane. Anche in questo caso, il ginecologo può richiedere un esame del sangue e delle urine, oltre a misurare il peso e l'altezza della donna incinta.

Test di streptococco

Uno dei test più importanti eseguiti a 35-37 settimane è la coltura per le infezioni da streptococco di gruppo B. Questo batterio, che di solito colonizza il tratto intestinale degli adulti senza causare problemi, può raggiungere la vagina e causare gravi infezioni nel bambino durante il parto.

Pertanto, molti medici consigliano di eseguire regolarmente una coltura vaginale e anale per escludere la presenza di questo batterio nella donna incinta.

Gli aspetti principali che possono aumentare il rischio di soffrire di questa patologia sono:

  • Avendo avuto precedenti infezioni da streptococco B durante la stessa gravidanza.
  • Avere infezioni del tratto urinario da questi batteri durante la gravidanza.
  • Avendo avuto un bambino con una precedente infezione da questo stesso batterio.

Se la coltura dei campioni prelevati è positiva, sarà necessario somministrare un trattamento antibiotico prima del parto per evitare che il bambino sia infettato.

Il nono mese settimana per settimana

I cambiamenti che si possono notare in queste 4 settimane sono molto importanti, perché qualsiasi sintomo fuori dall'ordinario può essere un segno di travaglio. Di seguito sono riportati i principali eventi che possono accadere durante questo mese:

Settimana 33

Durante questa settimana, è probabile che il bambino entri nel bacino. In questa posizione l'anatomia del bambino è facilmente distinguibile.

Il posizionamento dei piedi sotto lo sterno rende i calci, anche se meno forti a causa della mancanza di spazio, più scomodi quando si colpiscono le costole.

Si è scoperto che da questa settimana il bambino entra nella fase REM (movimenti oculari rapidi).

Secondo gli esperti, l'attività oculare (REM) può essere un segno che un bambino sta sognando, il che è molto importante per la stimolazione e lo sviluppo del cervello.

Settimana 34

In questa settimana il bambino può essere lungo 46 cm e pesare già più di 2 chili. Le ossa del suo scheletro sono praticamente indurite, tranne la testa. Il fatto che le ossa del cranio siano più morbide e non si siano ancora assestate rende più facile il passaggio del bambino attraverso il canale del parto.

D'altra parte, la vernix, una sostanza grassa che ricopre la pelle del bambino, sta diventando sempre più densa. Questo facilita anche il passaggio del bambino attraverso la vagina in caso di parto vaginale.

Se il parto avvenisse questa settimana, il bambino dovrebbe trascorrere alcuni giorni in terapia intensiva. Tuttavia, avrebbe un'alta probabilità di sopravvivere senza problemi di salute a lungo termine.

Settimana 35

In questa settimana di gravidanza, il midollo osseo fetale può iniziare a produrre le proprie cellule del sangue durante il processo noto come emopoiesi.

Il feto raggiunge il suo massimo livello di sviluppo. È già un essere umano completo e si dedica esclusivamente all'aumento di peso, poiché è in grado di acquistare tra i 250-350 g alla settimana. Questo peggiorerà il mal di schiena con il passare delle settimane.

Settimana 36

La nascita si sta avvicinando. In effetti, non sarebbe raro che si verificasse in questi giorni. È quindi logico che il ginecologo raccomandi di monitorare settimanalmente il battito cardiaco del bambino e le contrazioni della madre.

Durante questa settimana, è bene chiarire eventuali dubbi sulla nascita, soprattutto per quanto riguarda il modo di agire e chi chiamare in caso di rottura della borsa.

Domande più frequenti

Sono incinta di 9 mesi e ho molte scariche, è un problema?

Da Victoria Moliner (embrióloga).

Durante le ultime settimane di gravidanza, è normale che si verifichi un aumento delle perdite dovute alla pressione sul tratto vaginale del feto. Tuttavia, se la scarica è molto consistente e pesante, può essere il tappo di muco, nel qual caso è necessario consultare il proprio medico.

Se a 9 mesi di gravidanza il bambino non è a faccia in giù, fate sempre un cesareo?

Da Victoria Moliner (embrióloga).

Normalmente, entro il 9° mese di gravidanza, il bambino dovrebbe essere annidato sul bacino della madre. Se la sua posizione non è corretta, può essere meglio programmare un cesareo prima che le si rompano le acque e che inizino le contrazioni del travaglio.

È normale che il bambino non si muova al 9° mese?

Da Victoria Moliner (embrióloga).

I movimenti del bambino spesso diminuiscono con il progredire della gravidanza a causa della mancanza di spazio. Tuttavia, se l'attività del feto è totalmente ridotta, è consigliabile consultare un medico.

Lettura consigliata

Abbiamo accennato al fatto che uno dei sintomi principali che di solito si manifestano in queste ultime settimane di gravidanza sono i crampi. Volete sapere dove e perché si manifestano? Seguite il link qui sotto: Crampi durante la gravidanza.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

ACOG. American College of Obstetricians and Gynecologists. (2002) Exercise during pregnancy and the postpartum period. Committe Opinion Nº 267 . Washington, DC. January. Obstet Gynecol; 99:171-3.

Artal, R. O'Toole, M. and White, S. (2003) Guidelines of the American College of Obstetrician and Gynecologists for exercise during pregnancy and the postpartum period. Br J Sports Med; 37: 6-12.

Best Start Resource Centre (2016). A Healthy Start for Baby and Me. Ontario’s easy-to-read guide about pregnancy and birth. Toronto, Ontario, Canada. Copyright 2010, 2012, 2016 Health Nexus.

Consejería de Salud de la Junta de Andalucía (2002). Proceso Asistencial Integrado: Embarazo, Parto y Puerperio. Consejería de Salud, Junta de Andalucía. Sevilla.

Cunningham F, MacDonald P, Gant N et al. (1996). Adaptación maternal al embarazo. Masson SA. Cunningham F, MacDonald P, Gant N, et al. 4ª ed, Barcelona; pp. 201-237

Dickason E, Silverman B, Schult M. (1996). Enfermería maternoinfantil (1.a ed.). Barcelona: Mosby-Doyma Libros.

Duyff, R.L. (2002). American Dietetic Association Complete Food and Nutrition Guide (2nd Ed.). Hoboken, New Jersey: John Wiley & Sons, Inc.

Eisenber, A. (1991) What to Expect When You’re Expecting, New York, NY: Workman Publishing Company, Inc.

Gary F, Mc Donald P. (1996). Adaptación materna al embarazo. En: Gary F, MacDonald P, Grant N Lereso K, Gilstrap L, editores. Williams. Obstetricia (4.a ed.). Barcelona: Masson.

González Merlo J. (1992). Modificaciones fisiológicas producidas en el organismo materno por el embarazo. En: Williams. Obstetricia (4.a ed.). Barcelona: Masón.

Health Service Excecutive (Feidhmeannacht na Seirbhíse Sláinte) (2010). A guide to your pregnancy month by month. Breastfeeding.ie - Your breastfeeding support network. Order Code: HPM00341

International Food Information Council, Your Nutrition and Food Safety Resource. (2003, January). Healthy Eating During Pregnancy. Retrieved February 12, 2008

MayoClinic.com, Pregnancy Center.(2008, February). Pregnancy. Retrieved April 11, 2008

National Health Service (NHS) (UK) (2009). The Pregnancy Book. Your complete guide to: A healthy pregnancy, Labour and childbirth, The first weeks with your new baby. Crown copyright 2009. Produced by COI for the Department of Health.

Obstetricia 4ª edición. J. González Merlo. Ed. Masson. Barcelona, 2003

Ramírez García O, Martín Martínez A, García Hernández JA. (2003). Duración del embarazo. Modificaciones de los órganos genitales y de las mamas. Molestias comunes del embarazo normal. Panamericana Ed. Tratado de Ginecología, Obstetricia y Medicina de la Reproducción. Cabero Roura L, Madrid.

Sociedad Española de Ginecología y Obstetricia. Asistencia al Parto Normal: protocolo asistencial. SEGO. Madrid. 2003.

The American College of Obstetricians and Gynecologists. (2005). Your Pregnancy and Birth (4th ed.). Washington, DC: Meredith Books.

The American Dietetic Association. (2008) Position of the American Dietetic Association: Nutrition and Lifestyle for a Healthy Pregnancy Outcome. Journal of the American Dietetic Association. 108:553-561.

The National Women’s Health Information Center, U.S. Department of Health and Human Services, Office of Women’s Health (2006, April). Prenatal Care. Retrieved November 9, 2007

Domande più frequenti: 'Sono incinta di 9 mesi e ho molte scariche, è un problema?', 'Se a 9 mesi di gravidanza il bambino non è a faccia in giù, fate sempre un cesareo?' e 'È normale che il bambino non si muova al 9° mese?'.

Vedi di piú

Autore

 Victoria Moliner
Victoria Moliner
Embrióloga
Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV), con un Master in Biotecnologie della Riproduzione Umana Assistita dall'UV e dall'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Attualmente lavora come biologa di ricerca. Continua a leggere Victoria Moliner
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.