Certified Medical Magazine by WMA, ACSA, HON
Domande frequenti
2
0
Menu

Quali sono i metodi per l'eclosione assistita?

Da Dr. Miguel Angel Checa Vizcaino.
Ultimo aggiornamento: 27/03/2020

L'eclosione assistita consiste nell'apertura di un foro nell'embrione, in particolare nella zona pellucida. In questo modo, l'embrione viene aiutato a rompere la zona pellucida, facilitandone l'impianto.

Lo strato esterno che circonda l'ovocita è la zona pellucida. Lo sperma attraversa questo strato quando avviene la fecondazione e persiste durante i primi giorni dello sviluppo. Con il passare delle ore, questa zona diventa più sottile fino a quando non viene finalmente spezzata dall'embrione e in questo modo può aderire all'endometrio.

Il foro può essere realizzato meccanicamente (laser), chimicamente, attraverso l'uso di acido Tyrodes.
Gli studi medici dimostrano che non vi sono prove che l'impianto o il tasso di natalità in vivo siano migliorati con l'uso dell'Assisted Hatching, per cui l'uso di questa tecnica è generalmente sconsigliato nei pazienti sterili.

Lettura consigliata: Il assisted hatching prima del trasferimento dell’embrione.

Dr. Miguel Angel Checa Vizcaino
Dr. Miguel Angel Checa Vizcaino
Ginecologo
Il Dr. Miguel Angel Checa è laureato in Medicina e Chirurgia e ha un dottorato di ricerca in Pediatria, Ostetricia e Ginecologia, Medicina Preventiva e Salute Pubblica dell'Università Autonoma di Barcellona.
Numero associato: 080830513
Ginecologo. Il Dr. Miguel Angel Checa è laureato in Medicina e Chirurgia e ha un dottorato di ricerca in Pediatria, Ostetricia e Ginecologia, Medicina Preventiva e Salute Pubblica dell'Università Autonoma di Barcellona. Numero associato: 080830513 .