Certified Medical Magazine by WMA, ACSA, HON
Domande frequenti
0
Menu

L'anonimato è garantito nella donazione di sperma?

Da Marta Barranquero Gómez.
Ultimo aggiornamento: 04/02/2000

Sì, la donazione è completamente anonima, quindi la clinica di riproduzione assistita non fornirà mai i dati del donatore ai pazienti. Allo stesso modo, al donatore non vengono mai fornite informazioni su quali pazienti verranno utilizzati i suoi spermatozoi. Il donatore di sperma può solo scoprire se il trattamento è andato bene e quanti bambini sono nati dalle sue donazioni.

Tuttavia, la legge prevede che, in caso di alterazioni genetiche o di gravi problemi di salute del feto o del bambino, al donatore può essere chiesto di fornire informazioni sull'anamnesi, anche diversi anni dopo la donazione, ma in questo caso è necessaria un'ordinanza del tribunale e tutto verrebbe fatto attraverso gli specialisti del centro e l'indagine del tribunale, entrambe le parti non verrebbero mai contattate direttamente.

Lettura consigliata: Selezione dei donatori di sperma.

 Marta Barranquero Gómez
Marta Barranquero Gómez
Embriologa
Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV) e specializzato in Riproduzione Assistita presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH) in collaborazione con Ginefiv e in Genetica Clinica presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH).
Numero associato: 3316-CV
Embriologa. Laureato in Biochimica e Scienze Biomediche presso l'Università di Valencia (UV) e specializzato in Riproduzione Assistita presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH) in collaborazione con Ginefiv e in Genetica Clinica presso l'Università di Alcalá de Henares (UAH). Numero associato: 3316-CV.
Utilizziamo i nostri cookie e quelli di terzi per fornirvi pubblicità personalizzata e per raccogliere dati statistici. Se continuate a navigare, riteniamo che accettiate la nostra politica sui cookie.