Certified Medical Magazine by WMA, ACSA, HON
Domande frequenti
2
0
Menu

In quali casi è consigliato l'eclosione assistita?

Da Dra. Rut Gómez de Segura.
Ultimo aggiornamento: 24/02/2020

L'eclosione assistita è solitamente utilizzato come tecnica complementare, poiché in alcuni casi può aiutare l'impianto dell'embrione. Si tratta di fare un piccolo foro nello strato pellucido che copre l'embrione (l'area che protegge l'embrione) per favorire la cova (l'embrione che lascia la sua membrana) per il successivo impianto.

Di solito è raccomandato per i pazienti che hanno ottenuto embrioni di scarsa qualità nei trattamenti precedenti, nei pazienti anziani (i cui ovociti hanno una membrana più spessa o più indurita) e nei fallimenti di impianto. È di grande aiuto utilizzarlo nel trasferimento di embrioni già crioconservati.

Deve essere utilizzato solo nei casi sopra descritti, nel resto delle situazioni cliniche non è consigliabile perché non implica alcun beneficio confermato.

Lettura consigliata: Il assisted hatching prima del trasferimento dell’embrione.

Dra. Rut Gómez de Segura
Dra. Rut Gómez de Segura
Ginecologa
Il Dr. Rut Gómez de Segura è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Alcalá de Henares. Ha sviluppato la specializzazione in Ostetricia e Ginecologia presso l'Ospedale Costa del Sol di Marbella. Attualmente è il direttore medico della clinica di IVF Spain Madrid per la riproduzione assistita.
Numero associato: 28/2908776
Ginecologa. Il Dr. Rut Gómez de Segura è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Alcalá de Henares. Ha sviluppato la specializzazione in Ostetricia e Ginecologia presso l'Ospedale Costa del Sol di Marbella. Attualmente è il direttore medico della clinica di IVF Spain Madrid per la riproduzione assistita. Numero associato: 28/2908776.