Ematomi intrauterini in gravidanza

Da (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 30/09/2020

Un ematoma intrauterino è una raccolta di sangue all'interno della cavità uterina nel corso della gravidanza.

Essi compaiono più spesso nel primo trimestre di gravidanza e possono causare o meno emorragie vaginali.

L'ematoma intrauterino è sempre una preoccupazione per le donne in gravidanza. Inoltre, la gravidanza è considerata ad alto rischio e quindi la donna dovrà essere riposata e monitorata più attentamente.

Cos'è l'ematoma intrauterino?

Gli ematomi intrauterini, chiamati anche ematomi interdeciduotrofobici, sono coaguli di sangue che si accumulano tra la placenta o tessuto corionico e il rivestimento interno dell'utero.

La comparsa di queste contusioni può compromettere lo sviluppo del feto e portare all'aborto spontaneo nel peggiore dei casi.

Tuttavia, il più delle volte, il sangue coagulato viene riassorbito e la gestazione segue la sua normale evoluzione.

Diagnosi

Le ecchimosi intrauterine di solito non hanno sintomi associati come il dolore, ma a volte una donna può perdere sangue.

Il sanguinamento vaginale causato da emorragie intrauterine può variare per colore e quantità. In ogni caso, in caso di emorragia durante la gravidanza, è consigliabile recarsi dal medico il prima possibile.

Le ematomi intrauterine saranno diagnosticate con gli ultrasuoni, dove saranno prese misure per seguirne l'evoluzione.

Se non c'è perdita di sangue, i lividi saranno rilevati durante uno degli ultrasuoni di controllo di routine.

Tipi

Gli ematomi intrauterini sono classificati in base alla loro posizione tra i diversi strati di tessuto. Li commentiamo qui di seguito:

Retroplacenti
si formano tra la placenta e l'endometrio. Sono associati al distacco della placenta, che di solito è la causa più comune di emorragia a partire dalla 28a settimana. Pertanto, possono portare all'aborto spontaneo o al parto prematuro.
Subcorionico
si formano all'interno della cavità endometriale nelle prime settimane di gravidanza normalmente. Sebbene costituiscano anche una minaccia di aborto spontaneo, questi lividi di solito si evolvono favorevolmente e non si concludono con una perdita gestazionale.
Supracervicali
sono i migliori prognosticatori per la loro posizione. Di solito vengono eliminati attraverso la vagina sotto forma di emorragia.

Oltre alla localizzazione del livido, la sua gravità dipenderà anche dalle dimensioni del livido. In generale, il volume degli ematomi intrauterini viene misurato utilizzando la formula della lunghezza per larghezza in millimetri.

L'ematoma è considerato piccolo se la sua dimensione è inferiore al 20% del sacco gestazionale e grande se supera il 50%.

Cause

Le cause della formazione di ematomi intrauterini sono sconosciute. Tuttavia, il suo verificarsi è stato collegato ai seguenti fattori:

  • Cattive abitudini come il fumo o l'alcol
  • Precedenti lesioni addominali
  • Placenta praevia
  • Ipertensione o preeclampsia
  • Avendo avuto diverse gravidanze
  • Donne di età superiore ai 38-40 anni

L'origine degli ematomi intrauterini è molto probabilmente intorno all'impianto dell'embrione, a causa della lesione causata nell'endometrio che, infine, si trasforma in sangue coagulato.

Se questi coaguli di sangue non si rompono o vengono riassorbiti, le contusioni possono continuare a crescere e a mettere pressione sull'embrione, il che potrebbe portare ad un aborto spontaneo nel peggiore dei casi.

Trattamento e prognosi

In primo luogo, di fronte ad un ematoma intrauterino, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico e recarsi in clinica tutte le volte che egli indica per il controllo. Di solito una volta ogni una o due settimane fino alla fine del rischio.

La prognosi degli ematomi intrauterini viene valutata tenendo conto di due elementi principali: la loro localizzazione e le dimensioni.

I piccoli ematomi tendono ad evolvere favorevolmente e vengono riassorbiti spontaneamente. A seconda delle dimensioni e della posizione, il tempo necessario per rimuoverli sarà più o meno lungo.

Nel caso in cui questi ematomi crescano e raggiungano una grande dimensione, la gravidanza sarà considerata ad alto rischio e dovranno essere prese alcune misure preventive, come le seguenti:

  • Riposo assoluto
  • Non praticare rapporti sessuali
  • Ovuli di progesterone in alcuni casi
  • Ricovero d'urgenza nei casi più gravi

Normalmente, con il progredire della gravidanza, la circolazione degli ematomi si normalizza e la maggior parte di essi scompare gradualmente.

Come abbiamo detto, il sanguinamento durante la gravidanza è molto allarmante per le donne. Soprattutto nei casi di grandi ematomi intrauterini, l'emorragia sarà pesante e scioccante.

Tuttavia, questo sintomo non indica una prognosi peggiore, poiché significa che l'ematoma viene rimosso e progressivamente ridotto di dimensioni.

Domande più frequenti

Quali sono le peggiori contusioni intrauterine a prognosi?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Grossi lividi nel posto sbagliato. Ad esempio, grandi ematomi retroplacentali centrali, in cui si ha la separazione tra il tessuto corionico e la decidua basale (strati che circondano la placenta). Ciò può causare un distacco della placenta o una rottura prematura della sacca, con conseguente aborto spontaneo o parto prematuro se la gravidanza è già in fase avanzata.

Quali sono i rischi di un ematoma in una gravidanza gemellare?

Da Zaira Salvador (embriologa).

Come per una gravidanza singola, la gravità dell'ematoma dipende dalla sua dimensione e dalla sua posizione nell'utero. Tuttavia, poiché c'è meno spazio intrauterino in una gravidanza multipla, la situazione può diventare più complicata. In definitiva, le gravidanze gemellari e quelle con ematomi intrauterini richiederanno un maggiore controllo e un completo riposo per la madre.

Nella consultazione ginecologica sarà monitorata la crescita di entrambi i feti e sarà programmato un parto cesareo in caso di sofferenza fetale.

Qual è la cura per un ematoma in gravidanza?

Da Zaira Salvador (embriologa).

A seconda delle dimensioni e della gravità dell'ematoma, il medico può consigliare un riposo parziale o completo. In generale, non è raccomandato alcun esercizio fisico o attività sessuale.

Il medico può anche prescrivere una dieta speciale e/o uova di progesterone.

Lettura consigliata

Se volete continuare a leggere le cause e le raccomandazioni per una gravidanza a rischio, vi consigliamo di inserire il seguente post: Gravidanza ad alto rischio.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Autore

 Zaira Salvador
Zaira Salvador
Embriologa
Laureato in Biotecnologia presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV), laurea in Biotecnologia presso l'Università Nazionale d'Irlanda a Galway (NUIG) ed embriologo con un Master in Biotecnologia della Riproduzione Umana dell'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Continua a leggere Zaira Salvador
Numero associato: 3185-CV
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.