Riproduzione assistita con donazione di ovuli e sperma

Da (embriologa), (ginecologo), (ginecologo) e (invitra staff).
Aggiornato il 17/09/2020

La donazione di ovuli e sperma permette a molte coppie con problemi di fertilità di ottenere la gravidanza desiderata attraverso tecniche di riproduzione assistita come l'inseminazione artificiale (IA) o la fecondazione in vitro (FIV).

Anche se l'ideale è quello di poter eseguire questi processi con i propri gameti (ovuli e sperma), ci sono situazioni di infertilità che lo impediscono e quindi, in questi casi, il ricorso alla donazione può essere la soluzione definitiva.

Oltre alla donazione di gameti, c'è la donazione di embrioni, nota anche come adozione di embrioni. Si verifica quando una coppia decide di donare gli embrioni rimasti dal processo di FIVET in modo che un'altra persona o una coppia possa utilizzarli nel trattamento per ottenere una gravidanza.

Qualsiasi atto di donazione nella riproduzione assistita è anonimo, quindi la scelta dei donatori è compito della clinica della fertilità. I futuri genitori non conosceranno l'identità dei donatori e viceversa. L'abbinamento donatore-ricevente viene eseguito dalla clinica in base alle caratteristiche fisiche e alla compatibilità immunitaria.

Svantaggi della Vantaggi e svantaggi

Come ogni altro processo, la donazione di gameti e embrioni ha vantaggi e svantaggi.

In generale, possiamo dire che ci sono due grandi svantaggi:

  • La rinuncia al carico genetico.
  • L'aumento del prezzo dei trattamenti di riproduzione assistita, soprattutto in caso di ovodonazione.

Quando si usano ovuli, sperma ed embrioni di una donatrice, i futuri genitori non condivideranno le informazioni genetiche con i loro figli. Questo può avvenire in parte, quando uno dei gameti viene donato, ma l'altro appartiene a uno dei futuri genitori; oppure completamente, nel caso di donazione di embrioni o della donazione di entrambi i gameti. E' quello che si chiama doble donazione.

Sebbene la donazione di sperma, ovuli ed embrioni sia un atto altruistico, il processo di donazione ha un costo che deve essere pagato dai futuri genitori. Inoltre, i donatori di gameti ricevono un compenso finanziario per i disagi, le spese e gli eventuali rischi associati alla donazione. Questo aumenta il prezzo del trattamento.

Nonostante questi svantaggi, il grande vantaggio della donazione è il suo risultato: la gravidanza. Per molti, questo processo è l'unica alternativa all'avere figli.

Quando è necessaria la donazione?

Ci sono diverse patologie o alterazioni della fertilità che possono portare alla necessità di una donazione in modo che il trattamento riproduttivo possa essere efficace e permettere la gestazione.

Alcune di queste situazioni di infertilità lo sono:

  • L'alterazione genetica non è destinata ad essere trasmessa alla prole.
  • Scarsa qualità delle uova e/o dello sperma.
  • Età materna avanzata.
  • Bassa riserva ovarica
  • Ripetuti fallimenti di FIVET con i propri gameti.
  • Aborti ricorrenti.

Anche se non è una questione di sterilità, l'assenza di un partner maschile è una situazione comune che porta all'utilizzo della donazione di sperma.

La ovodonazione

La donazione di ovuli è un processo attraverso il quale una donna dona i suoi ovuli in modo che possano essere utilizzati da un'altra donna o da una coppia in un ciclo di FIVET.

Per estrarre gli ovuli dalla donatrice, deve sottoporsi ad un trattamento ormonale per la stimolazione ovarica e ad una procedura chirurgica nota come puntura follicolare.

Per essere un donatore, devi avere tra i 18 e i 35 anni, essere in buona salute fisica ed emotiva, non avere una storia di malattie genetiche e avere una buona riserva ovarica.

Per quanto riguarda la ricevente, cioè la donna che cerca una gravidanza per ovodonazione, dovrebbe seguire solo il trattamento ormonale di preparazione dell'endometrio. Questo trattamento assicura che l'endometrio (strato uterino) abbia il giusto aspetto e spessore per favorire l'impianto degli embrioni trasferiti nell'utero. Se volete saperne di più potete leggere questo articolo: cos'è la donazione di ovuli?

Sebbene la Legge spagnola sulle Tecniche di Riproduzione Umana Assistita (Legge 14/2006) non fissi un limite di età per sottoporsi a un processo riproduttivo, le cliniche di fertilità e i professionisti del settore stabiliscono 50 anni come età alla quale non sarebbe etico eseguire un trattamento di fertilità.

Donazione di sperma

Quando si usa la donazione di ovuli, la tecnica applicata è necessariamente la FIVET. Tuttavia, lo sperma del donatore può essere utilizzato sia nell'inseminazione artificiale che nella fecondazione in vitro.

La donazione di sperma è un processo molto più semplice della donazione di ovuli. Il donatore deve semplicemente depositare l'eiaculato in un contenitore sterile. Il campione di sperma si ottiene per masturbazione dopo un periodo di astinenza sessuale compreso tra 3 e 7 giorni.

Non è necessario alcun trattamento ormonale o intervento chirurgico, anche se è essenziale che lo sperma sia di ottima qualità spermatica e che gli spermatozoi siano in grado di sopravvivere al congelamento, poiché tutti i campioni di sperma sono congelati per un minimo di 6 mesi.

Questo tempo è necessario per confermare l'assenza di infezioni come l'HIV.

Come le donatrici di ovuli, le donatrici di sperma devono soddisfare una serie di requisiti: devono avere tra i 18 e i 40 anni, essere in buona salute fisica ed emotiva, non avere precedenti di malattie ereditarie e, come abbiamo già detto, avere una qualità seminale superiore a quella considerata normale dall'OMS.

La donazione di sperma ha permesso la nascita di nuovi modelli di famiglia. Grazie alla riproduzione assistita con sperma di donatore, molte donne hanno potuto realizzare il loro desiderio di diventare madri single. Anche le coppie lesbiche possono avere figli attraverso questo processo.

Se volete saperne di più sulla donazione di sperma, vi consiglio di leggere questo articolo: donazione di sperma.

Donazione di embrioni

Questa donazione viene effettuata da coppie che, dopo un trattamento di fecondazione in vitro (convenzionale o ICSI), hanno crioconservato gli embrioni in eccesso per un uso successivo. Se la coppia non vuole avere altri figli, può decidere di donarli alla clinica, in modo che altre coppie possano adottarli e diventare genitori.

Come ci dice il dottor Miguel Dolz:

Per poter donare gli embrioni in eccesso a scopo riproduttivo, l'ovulo della donna deve avere meno di 35 anni ed essere privo di malattie, ecc.

Sempre più donne single e coppie optano per questa tecnica di riproduzione assistita, uno dei suoi principali vantaggi è che gli embrioni sono già stati raggiunti, quindi il tasso di cancellazione del ciclo è più basso. Inoltre, il prezzo di questo trattamento di riproduzione assistita è basso rispetto a tecniche come la FIVET, in quanto richiede solo la preparazione dell'endometrio e il trasferimento degli embrioni nell'utero della madre.

Il suo principale svantaggio è che il futuro bambino nato dalla donazione di embrioni avrà probabilmente un fratello genetico nel seno di un'altra famiglia, anche se non lo sa.

Nel seguente link è possibile ottenere maggiori dettagli su questo trattamento: l'adozione di embrioni.

Prezzi

Quando una donna single o una coppia ha bisogno di ricorrere alla donazione di sperma e/o ovuli per ottenere una gravidanza, il costo del trattamento diventa notevolmente più alto.

Nel caso di sperma di un donatore, questo non comporta un aumento tanto grande quanto l'ovodonazione, poiché si tratta di un processo molto più semplice, come già detto.

L'inseminazione artificiale con sperma di donatore (IAD) è la tecnica più economica e viene utilizzata nelle donne single, nelle coppie lesbiche senza problemi di infertilità o nelle coppie in cui l'uomo ha un'infertilità maschile. Il suo prezzo è compreso tra 900 e 1.700 euro.

L'ovodonazione per le donne in cui non è possibile ottenere una gravidanza con i propri ovuli ha un prezzo più alto, circa 4.500 - 9.000

Infine, c'è la possibilità di effettuare una FIVET con una doppia donazione, cioè con ovuli e sperma di donatori. Ovviamente, questo processo raggiunge già i 5.000 e 9.500 euro.

Oltre a ciò, va notato che il costo di ulteriori farmaci e tecniche, come la vitrificazione degli embrioni, non è incluso nel prezzo.

Domande più frequenti

Quanto pagano per le donazioni di sperma?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Il compenso economico dato ai donatori per la donazione di sperma è compreso tra i 30 e i 50 euro per ogni campione depositato. Di solito, ogni donatore deposita tra i 15 e i 20 campioni, anche se questo dipenderà da ogni caso.

Quali conseguenze ha la donazione di ovuli sui bambini, influisce sul loro sviluppo emotivo?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Numerosi studi indicano che la nascita grazie alla donazione di ovuli non ha conseguenze negative sullo sviluppo intellettuale o emotivo del bambino. Se i genitori trattano il trattamento in modo naturale e non crescono il loro bambino in modo diverso semplicemente perché non hanno il loro stesso carico genetico, il bambino non deve crescere o svilupparsi in modo diverso.

Quanto costa l'ovodonazione?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Un processo di FIV con ovodonazione costa circa 4.500-9.000 euro. Il costo finale del trattamento dipenderà dalla clinica in cui verrà eseguito, dal numero di tentativi, dalla dose di farmaci, dai test complementari, ecc.

Qual è il numero di tentativi di ovodonazione che devono essere fatti per raggiungere il successo?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Non c'è un numero fisso di tentativi. Dipenderà dalla situazione di ogni persona o coppia. Alcune persone ottengono la gravidanza al primo tentativo di fecondazione in vitro con ovuli da donatrice, e vogliono avere bisogno di due, tre o quattro trattamenti fino ad ottenere un risultato positivo del test di gravidanza. Ci sono anche pazienti che, anche con ovuli da donatrice, non riescono ad avere figli perché il loro problema è uterino e non ovarico.

In ogni caso, l'ovodonazione in genere aumenta il tasso di gravidanza, poiché gli ovuli provengono da donne giovani e sane, cioè sono uova di buona qualità.

È meglio utilizzare la FIVET a doppia donazione o adottare gli embrioni?

Da Dr. Mark P. Trolice (ginecologo).

La FIVET a doppia donazione comporta la creazione di embrioni da una donatrice di ovuli e sperma. I tassi di successo della gravidanza sono tipicamente basati sull'età degli ovuli della donna. Pertanto, i cicli di donazione di ovuli possono spesso portare ad un tasso di natalità molto più elevato, a condizione che tutti gli altri fattori di fertilità siano ottimali.

I cicli di adozione di embrioni offrono il trasferimento di ovuli fecondati, di solito da coppie che hanno donato i loro embrioni. A differenza dei cicli di donazione degli ovuli, i cicli di adozione degli embrioni possono avere meno successo perché l'età degli ovuli (e dello sperma) non è sempre ideale per massimizzare i risultati.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Autori e collaboratori

 Andrea  Rodrigo
Andrea Rodrigo
Embriologa
Laureato in Biotecnologie presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV) con un Master in Biotecnologie della Riproduzione Umana Assistita, insegnato dall'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Corso di specializzazione in Genetica Medica. Continua a leggere Andrea Rodrigo
Dr. Mark P. Trolice
Dr. Mark P. Trolice
Ginecologo
Dottore in Medicina, specializzato in Ginecologia e Ostetricia, della Rutgers Robert Wood Johnson Medical School nel New Jersey (USA). Professore associato presso il Dipartimento di Ginecologia e Ostetricia della University of Central Florida College of Medicine. Direttore della Clinica Fertility Care: The IVF Center. Titolo di Top Doctor in America. Continua a leggere Dr. Mark P. Trolice
Dr. Miguel Dolz Arroyo
Dr. Miguel Dolz Arroyo
Ginecologo
Laureato in Medicina e Chirurgia presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Valencia nel 1988 e Dottorato in Medicina nel 1995, specializzato in Ostetricia e Ginecologia. È un esperto in Medicina della Riproduzione, con più di 20 anni di esperienza nel settore, ed è attualmente direttore medico e fondatore della FIV Valencia. Continua a leggere Dr. Miguel Dolz Arroyo
Numero associato: 464614458
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.