Donazione di seme: requisiti per il donatore, prezzo e trattamenti

Da (ginecologa), (ginecologa), (embriologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 17/09/2020

La donazione di sperma è un atto di solidarietà che permette a molte persone di diventare genitori, attraverso l'inseminazione artificiale o la fecondazione in vitro (FIVET).

Per poter donare sperma, è necessario soddisfare determinati requisiti per garantire il successo di questi trattamenti, per questo motivo è necessario sottoporsi a una serie di test per essere accettati. Inoltre, i donatori ricevono un compenso finanziario per i disagi causati.

Per tutti questi motivi, il prezzo dei trattamenti di riproduzione assistita con sperma di una banca è di circa 200-500 euro.

Ho bisogno di un donatore di sperma?

Negli ultimi anni, l'uso di sperma della banca nei trattamenti di riproduzione assistita è aumentato notevolmente. Questo perché sempre più persone hanno bisogno di queste tecniche per avere figli, soprattutto le coppie lesbiche e le donne che vogliono essere madri single.

Lo sperma del donatore viene utilizzato principalmente nei seguenti casi:

  • Sterilità maschile molto grave, quando lo sperma della coppia non può essere utilizzato. Ad esempio, nel caso dell’azoospermia secretiva.
  • Per evitare una malattia genetica che può essere trasmessa dal partner maschile, soprattutto nei casi in cui non può essere rilevata con la diagnosi genetica preimpianto (DGP).
  • Assenza di un partner maschile.

Pertanto, vediamo che si ricorre alla donazione di sperma ogni volta che lo sperma della coppia non può essere utilizzato, per qualsiasi motivo.

Come fa?

La donazione di sperma è un atto relativamente semplice, poiché consiste semplicemente nel donare lo sperma eiaculato: non richiede alcun intervento chirurgico come nel caso della donazione di ovuli.

Inoltre, lo sperma viene congelato in una banca del seme in modo che possa essere utilizzato in seguito da una donna o da una coppia che ne ha bisogno in un trattamento di riproduzione assistita. Non può essere utilizzato finché non è stato dimostrato che è totalmente esente da malattie sessualmente trasmissibili, almeno 6 mesi dopo la donazione.

Pertanto, non è necessario che il donatore si sincronizzi con il partner per effettuare la donazione, ma può farlo quando sta meglio. Questo rende anche il processo più confortevole per lui.

In paese come Italia la donazione è completamente anonima e altruista. Tutte le informazioni vengono fornite al centro di riproduzione e il processo di donazione viene registrato, ma i genitori non possono conoscere l'identità del donatore né scegliere le sue caratteristiche. Al donatore non viene inoltre fornita l'identità della coppia o della donna ricevente né alcuna informazione sui pazienti che utilizzano lo sperma.

La legge stabilisce che solo in caso di grave malattia che possa mettere in pericolo la salute del bambino o per motivi criminali, l'identità dei donatori può essere rivelata.

Tuttavia, ciò avverrebbe tramite i medici del centro e con un'ordinanza del tribunale, a condizione che sia indispensabile per evitare il pericolo o per raggiungere lo scopo legale in questione. In caso contrario, nessuno al di fuori del centro può accedere alle informazioni sul donatore.

Chi può essere un donatore di sperma?

Qualsiasi uomo che sia fertile, in buona salute fisica e mentale, e la cui qualità dello sperma sia ottimale può essere un donatore di sperma.

Per poter donare sperma, come vedremo di seguito, è necessario soddisfare una serie di requisiti e seguire alcuni semplici passi.

Requisiti per la donazione di sperma in Italia:

La legge italiana richiede il donatore:

  • Avere tra i 18 e i 50 anni.
  • Andate volontariamente e siate consapevoli dell'atto di donazione.
  • Non avere malattie infettive che possono essere trasmesse alla prole, come l'HIV, l'epatite B e C o la sifilide.
  • Non avere alcuna malattia genetica o storia familiare di alterazioni ereditarie.
  • Buona salute fisica e mentale. Questo è dimostrato da test medici e psicologici.
  • Avere un'eccellente qualità seminale per garantire un alto tasso di successo e che lo sperma sopravviva al processo di congelamento.
  • Non avere più di 6 figli al momento della donazione sul territorio nazionale per evitare problemi di co-sanguineità.

Anche se legalmente l'età massima per donare sperma è di 50 anni, le cliniche di fecondazione assistita hanno raggiunto una accordo e accettano solo donatori tra i 18 e i 35 anni.

Come si fa a donare lo sperma?

Per poter donare il seme, il maschio deve recarsi in un centro di pma, che sarà il luogo dove verranno effettuati sia i test precedenti per poter essere ammesso come donatore, sia le donazioni, una volta accettato nel programma.

I test che vengono fatti ai donatori per verificarne l'idoneità sono i seguenti:

  • Seminogramma (analisi seminale)
  • Prova di congelamento dello sperma
  • Studio genetico
  • Studio delle malattie infettive
  • Test psicologico

Se supera gli esami ed è ammesso come donatore, l'uomo deve procedere come segue:

  • È necessario mantenere un periodo di astinenza sessuale compreso tra i 3 e i 5 giorni in modo che la qualità dello sperma sia ottimale.
  • In una stanza privata al centro stesso, l'eiaculato viene messo in un barattolo e consegnato al laboratorio.
  • Gli esami del sangue e delle urine devono essere eseguiti all'inizio della donazione e ogni volta che la clinica lo richiede.

Questi stessi passi saranno indicati dal personale della clinica, che è responsabile di dare istruzioni su quando andare al centro, in quali condizioni e se gli eventuali test devono essere ripetuti.

Il processo di donazione richiede dai 3 ai 9 mesi, a seconda del centro, anche se di solito ci vogliono circa 6 mesi. Un campione deve essere depositato settimanalmente, quindi il donatore deve concordare i giorni e gli orari in cui può venire al centro per questo.

Tutti i campioni di sperma depositati dal donatore sono congelati e conservati in una banca del seme. I campioni possono rimanere congelati per anni, in quanto sono in azoto liquido. Quando vengono utilizzati, si scongelano e gli spermatozoi mantengono intatte le loro caratteristiche funzionali e morfologiche.

Compensazione finanziaria per i donatori

È importante capire che non si paga lo sperma: non è una vendita di gameti, perché sarebbe illegale. Il denaro dato è un compenso che la clinica dà al donatore per tutti gli inconvenienti di venire al centro, tutti gli esami, la perdita di lavoro che può essere coinvolta, ecc. Pertanto, è una compensazione per lo sforzo e il tempo speso.

La ricompensa è di circa 30-50 euro per ogni donazione effettuata. A seconda della durata della donazione, l'importo totale varia.

L'importo abituale è di 25 donazioni, quindi durante l'intero processo si ottengono circa 1.200 euro. Questo importo è di solito dato in rate settimanali o mensili, a seconda della clinica.

Come scegliere il donatore di sperma

In Italia, le donatori di sperma e di ovuli non possono essere scelte, quindi i futuri genitori non vedranno un catalogo di donatori di sperma come in altri paesi.

È la stessa clinica di riproduzione assistita che si occupa di assegnare un donatore alla donna o alla coppia che ne ha bisogno. Il personale del centro cercherà sempre la massima somiglianza possibile tra il donatore e la coppia o la donna ricevente. In nessun caso i genitori possono indicare le loro preferenze o scegliere determinati tratti fisici o di personalità.

La scelta sarà fatta in base alle diverse caratteristiche della coppia o della donna:

Caratteristiche fisiche
razza, colore della pelle, occhi e capelli, altezza, ecc.
Caratteristiche immunologiche
gruppo sanguigno e fattore Rh.

Quindi, se una coppia eterosessuale ha caratteristiche caucasiche, gli verrà assegnato un donatore che le ha anche. Non gli verrà mai assegnato un donatore di un'altra razza o con caratteristiche rappresentative di un'altra razza o nazionalità. Inoltre, si dovrebbe tentare di avere il maggior numero possibile di somiglianze fisiche con la donna che riceve il campione.

Se volete saperne di più su come viene scelto il donatore di sperma, troverete maggiori informazioni in questo articolo: Selezione del un donatore di sperma.

Gravidanza per donazione dello sperma

Ci sono due tecniche di riproduzione assistita che possono essere eseguite con lo sperma del donatore:

Inseminazione artificiale (IA)
è la tecnica più semplice e consiste nell'introdurre lo sperma del donatore direttamente nell'utero della donna tramite una cannula.
Fecondazion in vitro (FIVET)
questa tecnica richiede l'estrazione degli ovuli direttamente dall'ovaio per fecondarli in laboratorio con lo sperma della donatrice.

In entrambi i casi, lo sperma utilizzato proviene da una banca del seme, dove gli spermatozoi rimangono congelati per conservarne intatte le caratteristiche e la funzionalità fino al momento del bisogno.

I bambini nati grazie a un donatore di sperma non possono conoscere il loro padre biologico, poiché, come abbiamo indicato, l'anonimato deve essere mantenuto. Né i donatori hanno alcun diritto sui bambini nati in seguito alla loro donazione.

Prezzi della donazione di sperma

Il prezzo dipende dal trattamento, dalla clinica in cui viene effettuato, dal numero di tentativi necessari per ottenere una gravidanza e se è necessaria una tecnica aggiuntiva per il caso specifico.

In generale, un'inseminazione artificiale con sperma di un donatore può costare tra 800 e 1500€. Oltre a questo, i farmaci ormonali necessari per stimolare delicatamente la maturazione delle uova non sono di solito inclusi nel prezzo. Il costo di tali farmaci è di circa 300 euro.

La fecondazione in vitro (FIVET) ha un costo più elevato, in quanto richiede più manipolazione e strumenti. Il prezzo della FIVET con lo sperma del donatore è di 3.200-5.000 euro. In questo caso, i farmaci di solito non sono inclusi. Questo può costare circa 1000-1200 euro, in quanto è necessaria una dose più alta rispetto all'inseminazione

Tasso di successo del donatore di sperma

Poiché i donatori sono sottoposti a rigorosi test e i criteri che devono soddisfare sono molto esigenti, le percentuali di successo sono più alte quando si utilizzano campioni di donatore che quando si utilizza lo sperma del partner.

Nonostante ciò, la probabilità di ottenere una gravidanza dipende anche dall'età della paziente e dalla causa della sterilità, in quanto influenza direttamente la qualità e la quantità di ovuli disponibili nell'ovaio e quindi la probabilità di gravidanza.

Saranno rilevanti anche i farmaci ormonali utilizzati per il trattamento e la ricettività endometriale raggiunta.

La probabilità di gravidanza varia, a seconda dell'età della donna, tra il 13 e il 22% circa ad ogni tentativo. Quando una donna ha 40 anni o più, le possibilità di gravidanza sono notevolmente inferiori se si utilizzano i suoi ovuli.

Poiché dall'età di 35-37 anni la riserva ovarica (numero di ovuli nell'ovaio) diminuisce drasticamente, la probabilità di gravidanza con l'inseminazione artificiale è bassa e quindi si raccomanda di eseguire la fecondazione in vitro diretta (FIVET).

Nel caso della FIVET, la probabilità di gravidanza con sperma di un donatore può essere di circa il 40-45% in ogni ciclo.

Domande più frequenti

Tutte le cliniche pagano lo stesso prezzo per la donazione di sperma?

Da Dra. Paloma de la Fuente Vaquero (ginecologa).

La donazione deve essere sempre intesa come un processo assolutamente altruistico, la compensazione economica per il disagio causato da ogni centro.

Come si congela lo sperma del donatore? Per quanto tempo lo si conserva?

Da Rebeca Reus (embriologa).

Il seme viene congelato nello stesso centro di riproduzione assistita o nella stessa banca del seme dove viene consegnato il campione. Per fare ciò, il campione viene posto in contenitori (cannucce o criotubi) e immerso in azoto liquido a -196°C.

I campioni di sperma congelati in azoto liquido possono essere conservati per anni senza problemi. Gli spermatozoi non subiscono alcun danno e sono mantenuti praticamente con le stesse caratteristiche di quando erano congelati.

Esiste un catalogo dei donatori di sperma dove posso scegliere il mio donatore?

Da Rebeca Reus (embriologa).

In Italia non esiste un catalogo dei donatori a disposizione dei pazienti perché la donazione deve essere anonima per legge. Esistono tuttavia cataloghi di banche estere in cui è possibile scegliere il donatore in base alle caratteristiche desiderate.

Lettura consigliata

Come abbiamo visto, lo sperma della banca viene utilizzato sia per le inseminazioni artificiali che per i trattamenti di fecondazione in vitro (FIVET). Se volete sapere in cosa consistono queste tecniche, vi consigliamo di leggere il seguente articolo:

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità: Reclutamento donatori del seme per banche eterologhe SIAMS. Link.

Andrade-Rocha FT (2003). Semen analysis in laboratory practice: an overview of routine test. J Clin Lab Anal 2003; 17: 247-258.

Ballesteros A, Castilla JA, Nadal J, Ruiz, M. Manifiesto de la SEF sobre la donación de gametos en España. Publicado a través de la Sociedad Española de Fertilidad (SEF).

Comisión Nacional de Reproducción Humana Asistida (CNRHA) (2015). Aspectos legales y éticos de la donación. En: Registro Nacional de Donantes de Gametos y Preembriones. Ministerio de Sanidad, Consumo y Bienestar Social de España.

Kvist U, Björndahl L. ESHRE Monographs: Manual on Basic Semen Analysis. Oxford: Oxford University Press, 2002.

O'Brien P, Vandekerckhove P. Intra-uterine versus cervical insemination of donor sperm for subfertility (Cochrane Review). In: The Cochrane Library, Issue 1, 2001. Oxford: Update Software.

Sigman M, Zini A. (2009). Semen analysis and sperm function assays: what do they mean? Semin Reprod Med; 27: 115-123.

Sociedad Española de Fertilidad (SEF) (febrero de 2012). “Saber más sobre fertilidad y reproducción asistida”. En colaboración con el Ministerio de Sanidad, Política Social e Igualdad del Gobierno de España y el Plan de Calidad para el Sistema Nacional de Salud.

Domande più frequenti: 'Tutte le cliniche pagano lo stesso prezzo per la donazione di sperma?', 'Come si congela lo sperma del donatore? Per quanto tempo lo si conserva?' e 'Esiste un catalogo dei donatori di sperma dove posso scegliere il mio donatore?'.

Vedi di piú

Autori e collaboratori

Dra. Nadia Caroppo
Dra. Nadia Caroppo
Ginecologa
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Buenos Aires, con specializzazione in Ginecologia e Ostetricia. Vasta esperienza come ginecologo e ostetrico in diversi ospedali spagnoli e internazionali. Esperienza come capo dell'Unità di Patologia del tratto genitale inferiore e di Colposcopia. Continua a leggere Dra. Nadia Caroppo
Numero associato: 460844481
Dra. Paloma de la Fuente Vaquero
Dra. Paloma de la Fuente Vaquero
Ginecologa
Laureato in Medicina presso l'Università Complutense di Madrid, con un Master in Riproduzione Umana e un Dottorato in Medicina e Chirurgia dell'Università di Siviglia. Membro della Società Spagnola di Fertilità (SEF) e della Società Spagnola di Ginecologia e Ostetricia (SEGO), attualmente lavora come ginecologo specializzato in riproduzione assistita presso la Clinica di riproduzione spagnola YES! Reproducción. Continua a leggere Dra. Paloma de la Fuente Vaquero
Numero associato: 4117294
 Rebeca Reus
Rebeca Reus
Embriologa
Laureato in Biologia Umana (Biomedicina) presso l'Universitat Pompeu Fabra (UPF), con un Master ufficiale in Laboratorio di Analisi Clinica dell'UPF e un Master in Basi Teoriche e Procedure di Laboratorio di Riproduzione Assistita dell'Universidad de Valencia (UV). Continua a leggere Rebeca Reus
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.