Coito programmato: cos’è, come funziona e i suoi risultati

Da (embriologa), (ginecologa) e (invitra staff).
Aggiornato il 17/09/2020

Il coito programmato o diretto è una semplice tecnica di riproduzione assistita basata sul controllo dell'ovulazione per determinare quando fare sesso in cerca di una gravidanza.

In questo articolo spiegheremo il trattamento da seguire e le probabilità di successo di questo processo riproduttivo.

Che cos'è il rapporto sessuale programmato?

Affinché la gravidanza abbia luogo, è necessario che l'ovulo e lo sperma si fondano e danno origine all'embrione, che deve essere impiantato nell'utero della madre per continuare il suo sviluppo fino al parto.

Gli ovuli si trova all'interno dell'ovaia e, quando raggiunge lo stadio finale di maturazione, viene espulso nelle tube di Falloppio. Questo è ciò che noi conosciamo come ovulazionee si verifica all'incirca a metà del ciclo.

Al di fuori dell'ovaio, l'ovulo è in grado di sopravvivere solo per circa 24 ore, quindi gli spermatozoi hanno solo questo tempo per raggiungerlo e fecondarlo.

Il sesso programmato consiste nel far coincidere il momento in cui la donna rilascia l'ovulo nelle tube di Falloppio con l'eiaculazione dell'uomo, cioè con l'ingresso dello sperma nel tratto riproduttivo femminile. Si tratta quindi di sincronizzare l'ovulazione con le relazioni intime della coppia.

In questo modo aumentiamo la probabilità che ovuli e spermatozoi si incontrino e che la fecondazione possa avvenire.

Passo dopo passo

Per indicare alla coppia il momento ideale per avere rapporti sessuali che favoriscano la gravidanza, il ciclo mestruale della donna viene controllato attraverso esami del sangue e ultrasuoni.

Sulla base di questi, si pianifica il momento del rapporto sessuale e, circa due settimane dopo, si esegue il test di gravidanza per determinare l'efficacia della tecnica, cioè se la gravidanza è avvenuta o meno.

Come si vede nell'immagine seguente, la programmazione delle relazioni può essere fatta in modo naturale (senza farmaci) o somministrando alla donna farmaci ormonali per controllare meglio lo sviluppo follicolare e l'ovulazione.

Spieghiamo i passi delle diverse opzioni:

Coito programmato in ciclo naturale

Alla donna non vengono somministrati farmaci ormonali, ma si lascia che il ciclo ovarico segua il suo corso naturale. La crescita follicolare è monitorata solo tramite ultrasuoni e il livello di LH (ormone luteinizzante) tramite esami del sangue.

Il picco di LH endogeno è il segnale ormonale che il corpo riceve per innescare l'ovulazione.

La quantità di LH viene misurata in serie a partire dal nono giorno delle mestruazioni e, una volta osservato un aumento del livello, il ginecologo determina il giorno ideale per il concepimento. Questo aumenta le possibilità di rimanere incinta.

Ciclo naturale con induzione dell'ovulazione

Si tratta di un processo intermedio tra il ciclo naturale e la stimolazione ovarica. Consiste nel controllare la crescita naturale dell'uovo e, quando si osserva con gli ultrasuoni che l'uovo è già maturo, cioè quando il follicolo è di circa 14 mm, alla paziente viene somministrata un'iniezione di ormone hCG.

Questo ormone induce l'ovulazione circa 36 ore dopo la somministrazione sottocutanea, cioè imita il picco LH endogeno. È anche possibile innescare l'ovulazione somministrando l'ormone LH.

Così, i rapporti sessuali sono programmati circa 2 giorni dopo l'iniezione di hCG per promuovere l'incontro tra sperma e ovulo.

Stimolazione ovarica

In questo caso, la donna riceve un'iniezione quotidiana di gonadotropine (FSH, LH o HMG), ormoni che agiscono sull'ovaio. Questo trattamento viene somministrato per stimolare le ovaie e favorire la crescita e la maturazione degli ovuli. Questa crescita è controllata mediante ecografia e analisi del sangue.

Una volta che i controlli indicano che l'ovulo è maturo, la donna riceve un'iniezione di hCG, che raggiungerà l'ovulazione circa 2 giorni dopo la somministrazione. In questo modo, alla coppia verrà raccomandato di avere rapporti sessuali tra le 36 e le 48 ore dopo aver somministrato l'hCG. Come prima, è anche possibile dare a LH.

I farmaci ormonali vengono somministrati per via sottocutanea a partire dal primo giorno del ciclo, cioè dal giorno in cui le mestruazioni diminuiscono, e durano tra gli 8 e i 14 giorni, a seconda della risposta di ogni donna.

Anche il citrato clomifenico orale e i farmaci anti-prolattinici sono talvolta somministrati per trattare i problemi ovulatori nelle donne e per ottimizzare il ciclo ovarico.

Poiché la fecondazione avviene naturalmente, un attento controllo dello sviluppo ovarico è essenziale per evitare gravidanze multiple.

Vantaggi e svantaggi

Il rapporto sessuale programmato è la tecnica di riproduzione assistita più semplice, che gli conferisce molti vantaggi:

  • È la tecnica riproduttiva meno invasiva e quella che più si avvicina al processo fisiologico o naturale di fecondazione.
  • Il suo prezzo è ridotto. Infatti, è la tecnica più economica tra le varie opzioni per il trattamento dell'infertilità.
  • Offre buoni risultati per le giovani coppie senza problemi specifici di fertilità, così come per le coppie la cui moglie ha una disovulazione (ovulazione scarsa o irregolare).
  • È un'alternativa ai rapporti sessuali per quelle coppie che per motivi religiosi o morali non vogliono ricorrere all'inseminazione artificiale o alla fecondazione in vitro.

Dall'altra parte della medaglia troviamo gli svantaggi che il rapporto sessuale programmato non è una delle tecniche più applicate:

  • I casi in cui è indicato sono rari, in quanto sono situazioni di infertilità molto lievi o non causano apparentemente alcuna causa apparente.
  • La probabilità di successo è bassa, non più del 10-15%. Infatti, ha tassi di gravidanza molto più bassi rispetto a quelli ottenuti con l'inseminazione artificiale o la FIVET.
  • È necessario che lo sperma sia di buona qualità, cioè che non presenti gravi alterazioni.
  • Per quanto riguarda la donna, deve avere le tube permeabili e una buona qualità ovarica.

Il sesso programmato riduce lo stress dell'attesa del trattamento e migliora significativamente il tasso di gravidanza nelle giovani coppie con subfertilità. Tuttavia, il tasso di successo è molto basso, il che in molti casi significa che si devono utilizzare tecniche più complesse dopo 3-4 mesi di sesso programmato senza successo.

La subfertilità è attribuita a quelle coppie che trovano più difficile ottenere una gravidanza naturale a causa di diversi disturbi, ma non impossibile. Quest'ultima sarebbe definita come sterilità o infertilità.

Domande più frequenti

Si ottengono risultati migliori con rapporti sessuali programmati nel ciclo naturale o con l'inseminazione artificiale?

Da Dra. María Eugenia Ballesteros Moffa (ginecologa).

Risultati migliori si ottengono con l'inseminazione artificiale che con il coito giroscopico, sia nel ciclo naturale che in quello stimolato.

Qual è il prezzo dei rapporti sessuali programmati?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Il rapporto sessuale diretto è la tecnica riproduttiva più economica, in quanto richiede solo il pagamento dei controlli ecografici e analitici e, se questo non avviene nel ciclo naturale, il costo del farmaco somministrato.

Il prezzo esatto varia da una clinica all'altra a seconda del costo che ogni centro segna per le visite e i controlli. In relazione al farmaco vi è anche una variazione a seconda della dose indicata.

Il costo totale del coito programmato di solito non supera i 400 euro, anche se, come abbiamo indicato, cambierà a seconda della situazione personale della coppia.

Quanti giorni di astinenza sono consigliati prima di un rapporto sessuale programmato?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Generalmente, per qualsiasi tecnica di riproduzione assistita, si raccomanda l'astinenza sessuale da 3 a 5 giorni. Tuttavia, ogni caso è diverso e, pertanto, è consigliabile consultare lo specialista che controllerà il rapporto sessuale.

Qual è la probabilità di avere due gemelli con il coito programmato?

Da Andrea Rodrigo (embriologa).

Se il rapporto sessuale programmato viene eseguito in un ciclo naturale o con induzione dell'ovulazione, la probabilità di una gravidanza multipla è molto bassa e pari alla probabilità di un rapporto sessuale.

Se la stimolazione ovarica viene eseguita prima del rapporto sessuale, questa probabilità aumenta. Per questo motivo, è essenziale controllare rigorosamente la crescita ovarica causata dai farmaci ormonali.

Facciamo un grande sforzo editoriale. La condivisione di questo articolo ci aiuta e ci motiva a continuare il nostro lavoro.

Bibliografia

Autori e collaboratori

 Andrea  Rodrigo
Andrea Rodrigo
Embriologa
Laureato in Biotecnologie presso l'Università Politecnica di Valencia (UPV) con un Master in Biotecnologie della Riproduzione Umana Assistita, insegnato dall'Università di Valencia in collaborazione con l'Istituto Valenciano di Infertilità (IVI). Corso di specializzazione in Genetica Medica. Continua a leggere Andrea Rodrigo
Dra. María Eugenia Ballesteros Moffa
Dra. María Eugenia Ballesteros Moffa
Ginecologa
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Saragozza, con specializzazione in Ostetricia e Ginecologia. Ha una grande traiettoria come ginecologo specializzato in riproduzione assistita ed è anche professore associato nel Dipartimento di Chirurgia, Ginecologia e Ostetricia dell'Università di Saragozza. Continua a leggere Dra. María Eugenia Ballesteros Moffa
Numero associato: 5010696
Adattato al italiano da:
 Romina Packan
Romina Packan
inviTRA Staff
Redattrice e traduttrice dell'edizione inglese e tedesca di inviTRA. Continua a leggere Romina Packan

Tutto ciò che riguarda la riproduzione assistita sui nostri canali.